Honda e Marc Marquez, la caduta degli Dei
Prime
MotoGP Analisi

Honda e Marc Marquez, la caduta degli Dei

Di:

L'infortunio ed il lungo stop di Marc Marquez sono stati uno dei tratti distintivi della MotoGP 2020. La Honda ne ha fatto le spese con la sua peggior stagione nella classe regina dal 1982, anche se forse ha trovato una chiave per rendere la RC213V più "umana".

Jerez, 19 luglio 2020, ore 14:35. Il Mondiale MotoGP era iniziato da poco più di mezz'ora e nessuno poteva immaginare che le chanche iridate della Honda fossero già andate in fumo. Ma questo è esattamente quello che è successo quando Marc Marquez è caduto nel corso del 22esimo giro del Gran Premio di Spagna. Nella carambola, l’omero destro dell’otto volte campione del mondo è stato colpito dalla ruota anteriore della sua moto ed ha fatto crac. E da allora, purtroppo, è iniziato un calvario che lo tiene ancora lontano dalla sua RC213V.

Il pilota di Cervera era partito forte dalla prima fila e stava già scappando al resto del gruppo, ma al quinto giro ha perso l'anteriore alla curva 4, sfoderando l'ennesimo salvataggio clamoroso, che però lo ha fatto finire nella ghiaia e ripartire dalla 16esima posizione. A quel punto ha dato vita ad una rimonta furibonda, recuperando circa 8" a piloti del calibro di Maverick Vinales ed Andrea Dovizioso, ma proprio quando è arrivato nella scia dello spagnolo della Yamaha ha commesso un altro errore nello stesso punto del primo, innescando questa volta un highside che si è concluso nel peggiore dei modi.

condividi
commenti

MotoGP | Sahara: “Essere team manager Suzuki nel 2021 mi ha sopraffatto”

Shinichi Sahara afferma che il proprio team ha preso la decisione di affrontare la stagione 2021 non come campioni che difendono il mondiale, ma di nuovo come contendenti al titolo. Il project leader Suzuki ammette inoltre che il doppio ruolo quest’anno lo ha sopraffatto e che sono nelle fasi decisive per trovare un sostituto di Brivio.

Espargaró: “Nessun ingegnere Honda mi ha mai chiesto di KTM”

Pol Espargaro è arrivato nel 2021 nel team Honda dopo quattro anni come pilota ufficiale KTM, ma sorprendentemente nessuno in HRC gli ha mai chiesto informazioni sulla squadra rivale.

MotoGP | Binder: “Il 2021 è stata una stagione da rookie estesa”

Brad Binder crede che la sua stagione 2021 in MotoGP sia stata essenzialmente un anno da rookie esteso, dato il poco tempo trascorso sulla moto nel 2020.

Rossi e Cairoli: incontro speciale con Mattarella al Quirinale

Valentino Rossi e Tony Cairoli saranno ricevuti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella giornata di domani per celebrare le loro carriere incredibili. Le due leggende del motociclismo saranno accompagnate da una delegazione della FMI. Presenti al Colle anche Gigi Dall’Igna e Pecco Bagnaia.

MotoGP
7 dic 2021

Raúl Fernández: “Anche Quartararo è arrivato in MotoGP senza aver vinto nulla”

A poco più di 21 anni e dopo solo tre stagioni nel mondiale, Raul Fernandez passerà in MotoGP senza aver mai vinto alcun titolo, proprio “come Fabio Quartararo”, afferma.

MotoGP
7 dic 2021

MotoGP | Fonsi Nieto sarà il nuovo team manager in Ducati Pramac

L’ex pilota spagnolo di 43 anni sarà il nuovo Team Manager del team Pramac e sostituirà Francesco Guidotti, passato a sorpresa in KTM.

MotoGP
7 dic 2021

Rossi: "Le mie rivalità sono state qualcosa di speciale"

Valentino Rossi ha definito le tante rivalità che hanno caratterizzato la sua leggendaria carriera in MotoGP come "qualcosa di speciale" e, dopo il ritiro, ha espresso affetto per tutti i suoi avversari in pista.

MotoGP
5 dic 2021

MotoGP | Dovizioso impegnato nel cross di beneficienza

Andrea Dovizioso ha preso parte all’evento Motocross for Love scendendo in pista con la moto da cross per aiutare l’associazione Noi per Loro, che si occupa di ragazzi affetti da gravi malattie. Sono stati messi all’asta anche dei cimeli è tutto il ricavato è devoluto all’associazione.

MotoGP
5 dic 2021
Suzuki: deadline ad aprile per il team satellite in MotoGP
Articolo precedente

Suzuki: deadline ad aprile per il team satellite in MotoGP

Articolo successivo

Mir: "Ho incontrato Marquez e si è congratulato per il titolo"

Mir: "Ho incontrato Marquez e si è congratulato per il titolo"
Carica i commenti