Espargaro vede qualcosa dei primi anni KTM nella crisi Honda

Pol Espargaro ha detto che la sua difficile prima stagione con Honda in MotoGP gli ricorda molto i suoi primi anni con KTM, quando il costruttore austriaco aveva appena fatto il suo ingresso nella classe regina.

Espargaro vede qualcosa dei primi anni KTM nella crisi Honda

La Honda attualmente occupa il quinto posto nella classifica costruttori e tutti i suoi piloti hanno faticato a rendere in sella ad una RC213V particolarmente ostica da guidare.

Dopo un promettente pre-campionato in Qatar, che sembrava poterlo lanciare nella lotta per il podio sul tracciato di Losail, la prima stagione di Pol Espargaro con la Honda non è riuscita a mantenere queste premesse. Il miglior risultato raccolto finora dallo spagnolo è l'ottavo posto, piazzamento conquistato sia nel GP del Qatar che in quello di Francia.

Dopo la caduta dello scorso fine settimana nel Gran Premio di Catalogna, Espargaro ha ammesso che il suo morale è piuttosto basso, ma è convinto di poter trasformare le fortune della Honda proprio come ha fatto alla KTM.

"Beh, il mio morale era già basso prima di questa gara", ha detto Espargaro. "Sono stato in questa situazione nei primi anni in KTM, avendo un sacco di problemi e senza la miglior moto, ma poi abbiamo ribaltato la situazione. Quindi ho la sensazione che ribalteremo la situazione".

"Non so quando o se inizierà da domani, perché penso che abbiamo bisogno di aggiornamenti importanti per farcela e stiamo ancora studiando come gestire la cosa. Ma sicuramente ribalteremo la situazione, l'unica domanda è quando".

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Pol Espargaro, Repsol Honda Team, Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Pol Espargaro, Repsol Honda Team, Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3

Photo by: MotoGP

Anche il compagno di squadra Marc Marquez è caduto nel Gran Premio di Catalogna dopo i "migliori sette giri dell'anno", quando aveva alla sua portata le posizioni da podio.

Marquez spiega che il problema principale con la RC213V 2021 deriva da una mancanza di grip al posteriore, che sta rendendo scarsa l'accelerazione, ma sta anche causando problemi in frenata.

Leggi anche:

"Fondamentalmente, è facile a dirlo, ma è difficile trovare il modo per migliorare concretamente", ha detto Marquez. "Ma è vero che abbiamo un problema, che è in accelerazione perché non riusciamo ad avere il grip e in entrata perché non riusciamo a fermare la moto".

"Sono due problemi diversi in due aree diverse, ma penso che la soluzione vada cercata in maniera univoca. Riusciamo a frenare tardi, ma quando ci dobbiamo fermare con molto angolo di piega accadono le scivolate come quelle che abbiamo fatto in gara io e Pol".

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

"Per capirci, il punto è che se rallenti, non cadi. Ma poi perdiamo anche in accelerazione perché non abbiamo grip e se perdi in accelerazione, perdi per tutto il rettilineo. E tutte queste cose non aiutano sulla distanza di gara".

Se la Honda non dovesse riuscire a conquistare un podio nel 2021, otterrà le concessioni per la prossima stagione, cosa che le permetterebbe di sviluppare il motore a stagione in corso e di effettuare test privati con i suoi piloti.

Marquez non crede che la Honda arriverà a tanto, perché è convinto che otterrà un podio, ma Espargaro ha ammesso che la HRC accoglierebbe con favore questi benefici in questo momento.

condividi
commenti
Brembo lavora su un disco freno più grande per la MotoGP

Articolo precedente

Brembo lavora su un disco freno più grande per la MotoGP

Articolo successivo

La MotoGP rompe la dinamica dei contratti biennali

La MotoGP rompe la dinamica dei contratti biennali
Carica i commenti