Espargaró e Marquez: “Soddisfatti della nuova moto per il 2022”

Pol Espargaró ha spiegato di essere riuscito a far segnare buoni tempi sul giro con il prototipo che Honda sta preparando per la prossima stagione. Gli fa eco Marc Marquez, soddisfatto del lavoro per il 2022.

Espargaró e Marquez: “Soddisfatti della nuova moto per il 2022”

Pol Espargaro ha firmato il sesto crono nella sessione pomeridiana del secondo giorno di test ufficiali della MotoGP a Misano, a poco più di mezzo secondo dal riferimento stabilito da suo fratello Aleix, e davanti al compagno di squadra Marc Márquez di 15 millesimi, tempi stabiliti sul prototipo HRC 2022.

“Sono abbastanza contento, ma come tutte le nuove moto, anche questa ha i suoi lati positivi e negativi – ha spiegato Pol alla fine della giornata – Stiamo lavorando duramente per cercare di migliorare le parti più positive, ma non è una cosa facile su una nuova moto. La sensazione generale è buona e siamo stati in grado di avere un buon ritmo. Posso andare veloce su una moto completamente nuova e questo è molto positivo”.

Tuttavia, Polyccio è consapevole del fatto che la moto definitiva della prossima stagione è molto lontana dall’essere quella provata a Misano in questi due giorni. “Dobbiamo continuare a lavorare duramente per l’inverno in modo che possiamo avere la moto definitiva per la prossima stagione", ha detto il pilota di Granollers, il cui miglior tempo di tutto il test è stato fatto martedì pomeriggio (1'31"631, terzo tempo più veloce dei due giorni combinati) con la moto 2021.

Come Pol, anche Marc Márquez non ha partecipato alla sessione media alla fine del test, e Honda si è limitata a fornire un breve audio delle impressioni dei piloti: “Beh, è andata bene, sono contento, come dicono tutti. Sono contento del lavoro che abbiamo fatto, ma è anche vero che tutte le informazioni che abbiamo raccolto devono essere comprese, perché c'era molto grip in pista. Si potrebbe andare molto veloce e guidare in un modo diverso da quello che richiede un weekend di gara, perché normalmente c'è meno grip. Tutto sommato, sono soddisfatto del lavoro, siamo stati in grado di andare avanti per il 2022 e testare la nuova moto. Penso che il concetto generale sia buono, quindi è buono e ancora meglio ad Austin”.

condividi
commenti
Quartararo: “Mi aspettavo più potenza sul nuovo motore”
Articolo precedente

Quartararo: “Mi aspettavo più potenza sul nuovo motore”

Articolo successivo

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?
Carica i commenti