Espargaro accusa Morbidelli, Franco risponde: “Colpa condivisa”

Pol Espargaro crede che la colpa dello scontro con Franco Morbidelli sia solo di quest'ultimo, ma l'italiano risponde alle accuse affermando che la colpa debba essere condivisa.

Espargaro accusa Morbidelli, Franco risponde: “Colpa condivisa”

Nel primo giro del Gran Premio di Francia c’è stato un momento concitato che ha visto protagonisti Pol Espargaro e Franco Morbidelli all’uscita della chicane Chemin aux Boeufs. Il pilota Honda ha effettuato una manovra che ha costretto Morbidelli a muoversi al suo interno nella curva successiva. Ma lo spagnolo ha frenato forte nella curva seguente cercando di passare l'altra Petronas SRT Yamaha di Valentino Rossi, con Morbidelli costretto a finire nella ghiaia dopo un contatto.

Espargaro pensa che la colpa del contatto sia solo di Morbidelli, anche se la Direzione Gra lo ha classificato come incidente di gara: “Beh, il problema lì è che Morbidelli arrivava troppo forte e ha fatto un errore in frenata, quindi mi ha portato fuori. Avevo Valentino all'esterno, quindi ho portato fuori Valentino”.

 

“Dopo la gara ho trovato Valentino qui nel paddock, abbiamo parlato brevemente e lui era d'accordo con me. Ma in realtà, è chiaro che Franco ha frenato troppo tardi e ha avuto un contatto con me, di conseguenza io ho avuto un contatto con Valentino. Questa è una cosa che nelle gare può succedere. È un incidente di gara, ma non possiamo perdere di vista chi è quello che ha iniziato tutta l'azione e chi è quello che ha toccato un altro pilota, che in questo caso era Morbidelli che frenava troppo tardi".

Quando i commenti di Espargaro sono stati riportati a Morbidelli da Motorsport.com, l'italiano ha risposto: "Penso che la colpa debba essere condivisa, perché quando ho visto che Pol ha fatto quella manovra, ho pensato immediatamente che era fuori. Così ho provato a superarlo solo perché avevo molta più velocità e sono andato all'interno. Ho pensato che dopo quel momento avrebbe preso la curva successiva un po' più attentamente. Invece è stato davvero bravo e aggressivo a cercare di attaccare immediatamente Vale e non me lo aspettavo. La sua manovra sicuramente non è stata pericolosa, ma molto aggressiva. L'ho solo colpito sul posteriore e sono finito all'esterno della pista e non ho potuto controllare la moto. Questo è l'incidente secondo me”.

condividi
commenti
Rossi: "Le gare 'flag to flag' sono più pericolose"
Articolo precedente

Rossi: "Le gare 'flag to flag' sono più pericolose"

Articolo successivo

Fotogallery MotoGP: tripudio per Miller e Ducati a Le Mans

Fotogallery MotoGP: tripudio per Miller e Ducati a Le Mans
Carica i commenti