Due wild card in MotoGP con la KTM per il tester Mika Kallio

La KTM schiererà per la prima volta tre moto in MotoGP nelle due gare a cavallo della pausa estiva, in Germania ed in Austria.

Due wild card in MotoGP con la KTM per il tester Mika Kallio
Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing
Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing
Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing
Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing
Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing
Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing

La Casa austriaca schierarà anche il collaudatore Mika Kallio come wild card in occasione delle gare del Sachsenring (2 luglio) e del Red Bull Ring (13 agosto).

Il finlandese andrà quindi ad affiancare i titolari Pol Espargaro e Bradley Smith in quelle che dovrebbero essere le sue prime gare nella stagione 2017.

Kallio, che ha all'attivo diversi successi in Moto2, ha curato lo sviluppo della KTM negli ultimi 18 mesi ed è stato lui a portare al debutto in gara la RC16 lo scorso novembre a Valencia.

Il suo lavoro è poi proseguito quest'anno, anche sullo sviluppo del motore e del telaio che hanno esordito recentemente, e in occasione di queste due gare sarà seguito dal test team con cui lavora normalmente.

Mika ha già 33 presenze in MotoGP, la maggiora parte con la Ducati Pramac nel 2009 e nel 2010, mentre poi ha corso in Moto2 dal 2011 al 2015, vincendo quattro gare e chiudendo da vice-campione nel 2014.

L'utilizzo del finlandese permetterà quindi alla KTM di avere altri feedback sulla RC16, in particolare sull'utilizzo degli pneumatici, che è un'area su cui si stanno concentrando molto Smith ed Espargaro.

"Stiamo andando in una direzione simile al momento, in termini di configurazione generale della moto" ha detto Smith riguardo ai suoi feedback e a quelli di Espargaro.

"Stiamo chiedendo cose simili, anche se abbiamo degli stili di guida diversi".

"Non tanto nel primo giorno del weekend, perché dobbiamo prensere le misure ad un circuito su cui non abbiamo mai girato, ma il sabato ed in gara finisce che spesso facciamo le stesse osservazione".

condividi
commenti
Vinales: "Arriviamo al Montmelo con tanti assetti validi per la M1"

Articolo precedente

Vinales: "Arriviamo al Montmelo con tanti assetti validi per la M1"

Articolo successivo

Aprilia a Barcellona per confermare i progressi su ciclistica e freno motore

Aprilia a Barcellona per confermare i progressi su ciclistica e freno motore
Carica i commenti