Ducati: ufficializzata la cessione ad Audi

Ducati: ufficializzata la cessione ad Audi

"Audi si dimostrerà una nuova proprietà responsabile e capace" ha detto Andrea Bonomi

La notizia ormai era già data per certa, ma pochi minuti è arrivato l'annuncio ufficiale che Investindustial, il gruppo capitanato da Andrea Bonomi, ha raggiunto un accordo con l'Audi AG per la vendita di Ducati Motor Holding SpA alla società che fa parte del Gruppo Volkswagen. Acquisizione che ora è soggetta all'approvazione da parte dell'antitrust. Il comunicato divulgato pochi minuti fa dalla Casa di Borgo Panigale non menziona le cifre dell'operazione, ma la stretta di mano tra le due parti sarebbe stata raggiunta per un totale di circa 860 milioni di euro (anche Hospitals of Ontario Pension Plan e BS Investimenti hanno ceduto le loro quote ad Audi). "Ducati è cresciuta molto sotto la nostra guida, grazie ad un intenso turnaround industriale e a una spinta commerciale su nuovi mercati in rapida crescita. Siamo convinti che la società, nelle mani capaci di Audi, continuerà ad avere un futuro estremamente positivo e ricco di soddisfazioni per i clienti e per i lavoratori dell'azienda" ha commentato Andrea Bonomi, il cui gruppo di investimento era a capo della Ducati dal 2006. "Reputiamo che Audi sia il partner migliore per continuare il processo di globalizzazione che è già stato avviato con successo. Il management team, guidato da Gabriele Del Torchio, e tutto il personale qualificato e appassionato di Ducati hanno svolto un ruolo fondamentale nel trasformare l'azienda in un marchio globale, sviluppando alcuni dei modelli di moto più interessanti attualmente sul mercato". "Sono convinto che Audi si dimostrerà una nuova proprietà responsabile e capace, in grado di preservare le competenze tecnologiche dei dipendenti italiani dell'azienda per realizzare un ulteriore processo di crescita di Ducati. Il Gruppo ha una clientela fedele e in crescita, che sarà ben tutelata, grazie alla presenza globale e all'eccellenza tecnica di Audi e del gruppo Volkswagen". "L'operazione rappresenta la seconda acquisizione in soli pochi mesi di una società di Investindustrial da parte di un acquirente industriale internazionale dopo la recente vendita di Permasteelisa al giapponese JS Group. La decisione di Audi di acquistare Ducati conferma la bontà della strategia di Investindustrial di investire in Italia, patria di molte aziende di valore che, se opportunamente guidate e sostenute, possono diventare brand globali di altissima qualità" ha concluso Bonomi. Rupert Stadler, presidente del consiglio di gestione di Audi AG, ha poi aggiunto: "Ducati è un marchio riconosciuto a livello mondiale per quanto riguarda i costruttori di motorciclette, ma anche per la sua tradizione sportiva. Ha una grande esperienza per quanto riguarda i motori ad alte performance e molto leggeri. Senza dimenticare che parliamo di uno dei costruttori di maggior profitto al mondo. Tutte caratteristiche che hanno reso la Ducati perfetta per Audi". Al momento ovviamente non si parla di piani o strategie per il futuro, ma non potrebbe essere diversamente: prima di apportare delle modifiche i vertici della Casa tedesca vorranno sicuramente conoscere da vicino questa nuova realtà in cui hanno deciso di lanciarsi.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie