MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Ducati tuona: "La nuova norma sui test? Tempistiche irrispettose"

condividi
commenti
Ducati tuona: "La nuova norma sui test? Tempistiche irrispettose"
Di:
Tradotto da: Francesco Corghi
30 dic 2017, 15:48

A Borgo Panigale non hanno gradito che il cambio di regolamento sulle prove sia stato adottato ad un solo mese dall'inizio della nuova stagione, con Dall'Igna e Ciabatti che non le hanno mandate a dire.

Paolo Ciabatti, Motorsport Director, Ducati
Gigi Dall'Igna, General Manager Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team, Gigi Dall'Igna, Ducati Team General Manager
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team, Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team

Ducati ha definito "irrispettosa" la scelta della MotoGP di modificare il programma dei test per il prossimo anno, dovendosi quindi adeguare alle nuove norme.

Ad ottobre è stato infatti annunciato che per il 2018 solo tre delle cinque sessioni dovranno svolgersi su piste che ospiteranno il Motomondiale, con i collaudatori che potranno salire in moto solo in tre prove.

Il cambio di regolamento è nato per evitare che le squadre utilizzino i test per preparare i set-up dei rispettivi mezzi in vista del weekend di gara che si tiene sulla medesima pista.

"Inizialmente Ducati era d'accordo con questa idea, ma quello che non ci è andato bene è che sia stata ufficializzata solo un mese prima della nuova stagione - ha affermato il direttore sportivo di Borgo Panigale, Paolo Ciabatti - Riteniamo che sia irrispettoso per le aziende che hanno già pianificato gli spostamenti e le attività in vista dei test, anche considerando l'assegnazione delle moto ai team satellite e quelli ufficiali. Ci siamo posti contro la decisione già in Giappone, sapendo che un mese dopo avremmo cominciato la nuova annata".

Questo ha costretto la Ducati a modificare i propri piani adeguandoli alle nuove normative. I piloti ufficiali Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso hanno provato quindi a Jerez, cosa che non era prevista inizialmente, come ha rivelato il general manager Gigi Dall’Igna.

"Penso che il nuovo regolamento abbia senso e sono assolutamente d'accordo con il principio della norma, ma non certo come sia stata applicata. Soprattutto per quanto riguarda le tempistiche, sono completamente contrario perché avevamo già programmato i test per l'anno prossimo, come e quando i piloti avrebbero girato con la nuova moto".

"Inizialmente "Dovi" e Jorge dovevano provare la moto 2018 a Valencia nella sessione dopo la gara, mentre Danilo Petrucci e Michele Pirro a Jerez a fine novembre. Abbiamo dovuto cambiare totalmente il piano perché Jerez non sarebbe più stata pista per i test, perché Pirro non poteva e perché ovviamente Jorge e "Dovi" non possono provare cinque giorni il prossimo anno, dunque abbiamo dovuto sfruttare anche i due di novembre".

Oltre a tutto ciò, nel 2019 la riduzione delle prove vedrà i test calare da 3 a 2, anche perché le gare passeranno a 19.

Informazioni aggiuntive di German Garcia Casanova

Articolo successivo
Forcada: "La Yamaha quest'anno si è rivelata molto... capricciosa!"

Articolo precedente

Forcada: "La Yamaha quest'anno si è rivelata molto... capricciosa!"

Articolo successivo

Smith: "Ho faticato a distinguere il lavoro fra test e gare"

Smith: "Ho faticato a distinguere il lavoro fra test e gare"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Team Ducati Corse Acquista adesso
Autore Chris Stevens