MotoGP
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
29 giorni
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
43 giorni
G
GP d'Italia
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
57 giorni
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
64 giorni
G
GP di Germania
18 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
78 giorni
G
GP d'Olanda
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
85 giorni
G
GP di Finlandia
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
99 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
127 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
134 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
148 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
162 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
177 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
184 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
197 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
205 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
211 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
226 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
233 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
240 giorni

Ducati, Petrucci: "So cosa ho sbagliato, tocca a me fare meglio"

condividi
commenti
Ducati, Petrucci: "So cosa ho sbagliato, tocca a me fare meglio"
Di:
23 gen 2020, 20:13

Il ternano in un anno di Ducati ufficiale ha capito come si lavora a Borgo Panigale e anche cosa non deve ripetere di un 2019 nel quale da metà stagione in poi ha avuto difficoltà che, a suo dire, si è creato da solo.

Danilo Petrucci è decisamente più sereno all'alba della stagione 2020 di MotoGP, nella quale affronta il suo secondo anno di fila da pilota ufficiale Ducati.

Dopo una prima avventura terminata con alti e bassi, ora il pilota di Terni sa con più certezza cosa lo aspetta e da qui vuole ripartire dimostrando il suo valore e di essersi meritato la riconferma.

"Ho un anno in più di esperienza, magari sembra poco, ma in realtà so già cosa mi aspetta, per cui è un grandissimo passo avanti per me - dice Petrucci alla presentazione della Desmosedici GP per il 2020 - Nella passata stagione volevo dimostrare il mio potenziale alla squadra e a tutti quelli che mi avevano dato fiducia. Nella prima parte dell'anno ho fatto tantissimo, mi sono spremuto al massimo e forse mi sono anche stancato troppo presto. L'ho capito a posteriori, la differenza l'hanno comunque fatta alcuni piccoli dettagli messi assieme, ma non posso dire di non essermi impegnato al massimo".

Più che l'impegno, a "Petrux" è mancata appunto l'esperienza di essere un portacolori ufficiale della Casa di Borgo Panigale, e delle relative problematiche che saltano fuori nell'arco dell'anno.

"A volte non è bastato l'impegno, ma perché non sapevo come reagire a certe situazioni, cosa che ora invece mi è chiara. Non mi è piaciuto come si è concluso il 2019, fino a tre gare dal termine ero terzo, poi negli ultimi eventi ho totalizzato pochissimi punti e questo ha influito negativamente. A livello di punti e risultati è comunque stato il mio miglior anno e l'obiettivo per il 2020 è migliorare ulteriormente questo aspetto. Non ne ho altri, se non quello di fare il massimo senza avere poi rimpianti. Ho le carte per farlo e so cosa ho in mano".

Nonostante tutto, il 29enne è stato comunque confermato in sella alla Rossa bolognese, ma questo non lo pone in una situazione di sicurezza, così come altri al suo fianco...

Leggi anche:

"Siamo tutti sulla stessa barca a livello di contratti, per cui nella mente dei piloti ci sarà anche questo aspetto a farsi sentire in gara. Da questo punto di vista, per me non è una novità; sono due anni che combatto per guadagnarmi il rinnovo, per cui c'è più serenità e fiducia, dato che so anche come si lavora in un team ufficiale. Sono pronto a ricominciare, mi sono riposato tanto e allenato con più metodo, ho un'altra grande occasione. Non c'è una stagione più importante di un'altra, ma sicuramente darò sempre il massimo come ho sempre fatto ogni anno".

Il periodo invernale è servito per fare un ripasso su quel che è accaduto nel 2019, capendo soprattutto gli errori che hanno influito negativamente sull'esito di una stagione che fino all'estate era stata molto buona.

"Nella pausa invernale ho analizzato quel che è successo. So di avere dato il massimo, ma in maniera sbagliata, come atteggiamenti. A volte mi viene da risolvere le difficoltà d'istinto e di forza, non con criterio. L'anno in più d'esperienza mi dà la possibilità di capire cosa mi è mancato, voglio dare di più proprio su questo perché so che posso farlo. Mi metto alla prova e vedo dove arrivo".

"Prima di tutto è sempre difficile reagire bene quando sei in difficoltà. Fino a che andava bene, ero anche nella posizione di poter essere io l'avversario di Marquez, poi dal Sachsenring le cose sono cambiate. Ho perso troppo spesso la pazienza, un errore imperdonabile, ad esempio, sono state le Qualifiche in Austria, dove sono entrato in pista con l'intenzione di dimostrare a tutti il mio potenziale; infatti mi sono steso alla terza curva. E lì mi è crollato il mondo addosso, di fatto la crisi me la sono cercata da solo. Ero veloce e potevo essere in prima fila, ma a Brno era andata male e di forza volevo tornare sul podio. Nessuno mi aveva imposto nulla, è stata colpa mia".

"Lo scorso agosto mi ero messo in testa di chiudere secondo nel Mondiale, quello è stato un errore perché nella pausa estiva mi sono messo a guardare la classifica di campionato. E' stato uno sbaglio di foga, ho pensato che non stavo facendo bene o abbastanza, senza invece analizzare gli errori. Mi sono messo in discussione da solo, senza pensare a guidare, ma ad andare forte e basta. Questo me lo sono portato avanti fino alla fine dell'anno. E' qui che so dove migliorare, la forza di risolvere le problematiche ce l'ho, ma non come ho fatto nel 2019".

Il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso è sicuramente un avversario, ma anche un ottimo appoggio con il quale cercare di crescere assieme per il bene della Ducati.

"Con Dovi il rapporto è ottimo, abito sempre a Forlì e continuiamo ad allenarci assieme. In gara non ci siamo mai risparmiati, lui ha notato le mie difficoltà nel finale della passata stagione, ma è stato molto rispettoso e non si è intromesso. Mi ha lasciato fare, anche perché probabilmente non sapeva bene dove poter aiutarmi. Il clima tra noi è molto sereno e continueremo a lavorare assieme nei test, ora ci conosciamo meglio, poi in gara nessuno si risparmierà e continuerà a battagliare".

Scorrimento
Lista

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
1/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
2/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
3/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
4/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
5/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
6/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
7/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
8/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
9/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
10/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
11/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
12/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
13/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
14/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
15/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
16/17

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
17/17

Foto di: Ducati Corse

Related video

Articolo successivo
Dall'Igna: "Vogliamo riprenderci un margine di motore su Honda"

Articolo precedente

Dall'Igna: "Vogliamo riprenderci un margine di motore su Honda"

Articolo successivo

Domenicali: "Le corse per noi sono un incubatore tecnologico"

Domenicali: "Le corse per noi sono un incubatore tecnologico"
Carica i commenti