Ducati: nei test di Valencia restano le ali per lavorare sulla ciclistica

Gigi Dall'Igna lo ha spiegato ieri nel debrief con la stampa: l'obiettivo primario di questi due giorni di prove è quello di valutare i progressi fatti da questo punto di vista con la GP17. Per l'aerodinamica della carena c'è ancora tempo.

Ducati: nei test di Valencia restano le ali per lavorare sulla ciclistica
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo arriva al motorhome Ducati
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo arriva al motorhome Ducati
Andrea Dovizioso, Ducati Team

Alette si, alette no. E' una delle discussioni che hanno animato la stagione 2016 della MotoGP. E in casa Ducati non hanno digerito bene il loro divieto per il prossimo anno, anche se oggi Gigi Dall'Igna si è detto orgoglioso del fatto che se non altro la Casa di Borgo Panigale ha fatto scuola, visto che domenica praticamente tutte le moto in griglia a Valencia presentavano delle appendici aerodinamiche.

La cosa curiosa però è che anche nella due giorni di test che andrà in scena a Cheste le Desmosedici continueranno a montare le ali. Il motivo è semplice: il regolamento impone anche di omologare la veste aerodinamica della carena, con la possibilità di fare una sola modifica in corso d'opera. Dunque, la Ducati ha deciso di non presentarsi ancora qui con la versione definitiva, preferendo prendersi tempo per ragionarci.

Inoltre, Dall'Igna ha spiegato che il focus del lavoro di questi due giorni sarà concentrato sulla ciclistica, visto che se la Desmosedici ha un difetto risiede nel fatto che fatica molto a curvare e che questo è l'aspetto su cui si sono concentrati i tecnici nel concepire la GP17. Per questo Jorge Lorenzo oggi inizierà la sua avventura Ducati in sella alla GP16, passando sulla GP17 solo domani, in maniera tale da poter dare il suo giudizio sui progressi fatti in tal senso.

"La moto che presenteremo qui non avrà ancora una versione definitiva della carena, perché non c'è stato il tempo di ragionarci in maniera sufficiente. In più, siccome presentiamo la moto nuova, ci interessa di più capire quello che abbiamo fatto dal punto di vista della ciclistica, quindi il test dei prossimi due giorni sarà ancora con le ali, almeno per quanto riguarda il team ufficiale" ha detto Dall'Igna.

condividi
commenti
La Ducati vuole aumentare l'impegno di Stoner come collaudatore
Articolo precedente

La Ducati vuole aumentare l'impegno di Stoner come collaudatore

Articolo successivo

Anche il mercato dei tecnici vive un autentico terremoto in MotoGP

Anche il mercato dei tecnici vive un autentico terremoto in MotoGP
Carica i commenti