Dovizioso: "Recuperare? Non vado male, ma sono troppo indietro"

Il pilota della Ducati non è riuscito a superare la Q1 al GP della Comunitat Valenciana e domani partirà appena 16esimo. "Ho un buon passo, ma lo abbiamo in tanti. Saranno decisivi i primi 3 giri. Per me sarà dura".

Dovizioso: "Recuperare? Non vado male, ma sono troppo indietro"

Dopo un venerdì promettente, il sabato per la Ducati e Andrea Dovizioso non lo è stato altrettanto. Già nelle Libere 3 il forlivese non era riuscito a qualificarsi direttamente per la Q2 poi, nella Q1, è stato eliminato e sarà così costretto a scattare domani dalla sesta fila, per la precisione dalla 16esima casella dello schieramento.

Al termine delle qualifiche del Gran Premio della Comunitat Valenciana, penultimo appuntamento del Motomondiale 2020, Dovizioso ha spiegato quali problemi abbia avuto nel corso della Q1 che lo hanno costretto ad assistere al turno successivo al proprio box.

"Il meteo non ci ha fatto fare turni normali. Altri sono riusciti a fare il tempo giusto e basta. Nella Q1 siamo usciti tutti all'arrembaggio. Si trattava di trovarsi nella posizione giusta. Stavamo tirando prima che venisse a piovere. Ero dietro Rins e speravo facesse un buon tempo, magari avrei potuto fare qualcosa di meglio rispetto a lui. ma c'è chi è andato più forte. Poi con la seconda gomma nessuno ha migliorato perché pioveva di più ed è andata così".

Andrea è poi passato ad analizzare le proprie possibilità di rimonta per la gara di domani. Il passo gara mostrato già ieri non era malvagio, ma in tanti sembrano avere più o meno lo stesso ritmo. Partendo così indietro, il pilota della Ducati pensa che non avrà vita facile e che decisivi risulteranno i primi 3 giri della gara.

"Per la gara sarà tosta. Se fossimo partiti ad esempio dalla terza fila avremmo potuto fare una buona gara. Partendo così indietro c'è poca possibilità. Come passo a mio avviso siamo nel secondo gruppetto, ma siamo in tanti ad avere un passo simile e quindi partire in mezzo a loro ti dà possibilità di gestire, mentre così indietro sarà difficile. Questa è la MotoGP di oggi. Chi nel corso dell'anno è riuscito a recuperare lo ha fatto perché era molto veloce. Altrimenti cala molto la gomma ed è impossibile. Poi si fa fatica a sorpassare e non si può sfruttare la gomma posteriore".

"I primi giri domani faranno la differenza. Mir e Rins potranno recuperare da dietro. Gli altri no. Dipende però tutto dalla partenza e dai primi giri. in tanti abbiamo lo stesso passo, per cui dipenderà tanto dalla posizione che avremo alla fine del terzo giro. Per Mir e Rins meno. Se Mir sarà tranquillo, visto che si gioca il titolo, avrà la possibilità di recuperare. Morbidelli, se potrà guidare da solo davanti, secondo me potrebbe vincere, ma dietro di lui ci sarà un Miller carico e un Nakagami veloce. Quando hai 16 piloti con il passo simile tutti sanno che i primi giri faranno la differenza e tutti saranno particolarmente aggressivi".

Per concludere, Andrea ha lasciato da parte la tecnica per dare spazio alle sensazioni. Mancano 2 gare alla fine della sua avventura in Ducati e, di certo, avrebbe sperato in un'annata differente, più ricca di soddisfazioni, così da dirsi addio nella maniera migliore dopo tanti anni assieme.

"Mi sarebbe piaciuto fare un anno più competitivo. Ma così non è stato e non ci divertiamo. Ma il mio rapporto con Ducati non è cambiato molto. Così non è molto divertente. E' mancata la competitività, le persone attorno perché è un anno particolare".

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/15

Foto di: MotoGP

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Rossi punge: "Non so se Yamaha mi ascolta..."
Articolo precedente

Rossi punge: "Non so se Yamaha mi ascolta..."

Articolo successivo

Mir indietro e non gestirà: "Recupererò. Voglio il titolo domani"

Mir indietro e non gestirà: "Recupererò. Voglio il titolo domani"
Carica i commenti