Dovizioso: "Oggi bene a livello di velocità, ma male a livello di feeling"

condividi
commenti
Dovizioso:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
16 nov 2018, 17:37

Il pilota della Ducati non è riuscito a trovarsi a suo agio sulla sua Desmosedici GP e questo è strano, visto che solitamente sono condizioni favorevoli. Tuttavia, al momento è quarto nella cumulativa, quindi sarebbe in Q2.

Thomas Luthi, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS, Andrea Dovizioso, Ducati Team, Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Thomas Luthi, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS, Andrea Dovizioso, Ducati Team, Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
La scivolata di Andrea Dovizioso, Ducati Team

La Ducati è sempre stata una moto molto competitiva sul bagnato, soprattutto con Andrea Dovizioso, ma nella giornata più piovosa dell'intera stagione il forlivese ha faticato parecchio a trovare il feeling con la sua Desmosedici GP, anche se la classifica tutto sommato non lo vede messo affatto male.

Grazie al quarto tempo ottenuto nel turno mattutino, "Desmodovi" si è guadagnato un posto provvisorio nella Q2, ma non ha nascosto di non poter tracciare un bilancio positivo di questo venerdì valenciano, perché le sensazioni che gli ha trasferito la sua moto non sono state affatto quelle sperate. Questo non vuol dire però che si dia per vinto. Anzi, sembra convinto che lui e gli uomini in Rosso abbiano tutte le carte in regola per provare a ribaltare la situazione.

"A livello di velocità non siamo andati neanche male, ma a livello di feeling invece male. Siamo sempre stati veloci sull'acqua, bene o male su tutte le piste, ma oggi il feeling non era per niente buono. Soprattutto abbiamo avuto lo stesso feeling con il buon grip di stamattina e con le condizioni più difficili di stamattina, che c'era tanta acqua. Questo conferma che dobbiamo mettere a posto qualcosa" ha detto Dovizioso, aggiungendo che le difficoltà sono soprattutto sul posteriore.    

Leggi anche:

"C'è da dire che quest'anno non abbiamo girato quasi mai sull'acqua e noi abbiamo fatto certi cambiamenti sull'asciutto, che sono quelli ci hanno permesso di diventare molto competitivi sulle condizioni normali. Fortunatamente abbiamo fatto due turni sul bagnato, quindi abbiamo tanti dati da studiare. Dobbiamo ricentrarci e capire cosa ci serve. Non c'era un problema particolare, ma mancava un po' di feeling, quindi se dovessi fare la gara adesso non mi sentirei molto bene. Però sono abbastanza tranquillo perché non vedo perché non possiamo migliorare la situazione" ha aggiunto.

Complice anche il maltempo, la sensazione è che molti piloti vedano quest'ultima gara stagionale quasi come un intralcio in vista dei test della settimana prossima. Andrea però non sembra pensarla esattamente così, perché ritiene che sia più una questione di stimoli.

"Non è una questione di meteo. E' il fatto che non ci giochiamo niente di importante. E' quello che secondo me fa la differenza. C'è qualche lotta, tipo tra Valentino e Vinales per il terzo posto, e tra Rins, Petrucci e Zarco per il quinto posto, però oltre a questo non c'è niente di eclatante in palio. In più c'è anche la pioggia, ma sarebbe diverso anche con l'asciutto" ha concluso. 

 
Articolo successivo
Fotogallery: gli scatti più belli delle Libere della MotoGP sull'asfalto bagnato di Valencia

Articolo precedente

Fotogallery: gli scatti più belli delle Libere della MotoGP sull'asfalto bagnato di Valencia

Articolo successivo

Marquez: "Se domenica dovesse piovere mi prenderò dei rischi per salire sul podio"

Marquez: "Se domenica dovesse piovere mi prenderò dei rischi per salire sul podio"
Carica i commenti