MotoGP
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Dovizioso: "Jack meglio in prova? Io però in gara ci sono sempre"

condividi
commenti
Dovizioso: "Jack meglio in prova? Io però in gara ci sono sempre"
Di:
15 nov 2019, 17:48

Il pilota della Ducati ha vissuto un venerdì travagliato, ma non è lontano. Poi ha spiegato perché ultimamente Miller va meglio in prova, sottolineando però che poi lui in gara c'è sempre...

Osservando oggi Andrea Dovizioso si aveva abbastanza chiaramente la sensazione che il ducatista non veda l'ora di mettersi alle spalle questo 2019 e cominciare a pensare al 2020. E' vero che per il terzo anno di fila è vice-campione del mondo e che ha fatto il suo record di punti in una sola stagione, ma il distacco da Marc Marquez è stato davvero pesante, quindi è normale che ci sia già un po' la voglia di voltare pagina.

"Trasmetto questo?" ha domandato prima, poi però ha confermato: "Quest'anno non è volato e quindi vuol dire che è stato abbastanza difficile. Non giocandoci niente di importante a livello di campionato, è normale che non ci sia più quello stimolo che hai all'inizio dell'anno. Però proveremo a portare a casa il massimo, perché finire la stagione con un buon risultato fa sempre bene per il morale di tutti".

Poi oggi non è stata una giornata particolarmente positiva, perché nella FP2 la sua Ducati ha avuto un paio di problemini, compresa una strana perdita di liquidi dall'anteriore, che gli ha impedito di completare il programma che aveva previsto, oltre che di fare meglio del nono tempo.

"Abbiamo avuto vari problemini, ma niente di grave. Abbiamo avuto un problema di elettronica sulla prima moto e quindi mi sono dovuto fermare e prendere l'altra. Su questa ne abbiamo avuto un altro, che dobbiamo ancora capire cosa sia stato, ma credo niente di che. Il problema è che abbiamo perso un run e quindi abbiamo fatto l'ultima uscita con un set-up diverso e la gomma nuova, ma senza fare un vero time attack. Non va male, ma siamo nel gruppo e dobbiamo fare un passo in avanti".

Leggi anche:

Per quanto riguarda gli altri, Marquez e Maverick Vinales sembrano avere un altro passo, ma nonostante le difficoltà lui pensa di essere nel gruppone che si è formato alle loro spalle.

"Marquez e Vinales hanno un buon margine rispetto a tutti gli altri, anche se c'è da dire che Marc ha fatto il passo con la morbida e Maverick con la dura, quindi non è chiara la loro velocità, però hanno sicuramente qualcosa in più. Poi c'è un gruppone di una decina di piloti con la possibilità di fare terzo come 13esimo. Domani sembra che ci saranno delle condizioni buone per lavorare, quindi cambieranno le cose, anche perché oggi non siamo riusciti a sfruttare il tempo al massimo. La cosa positiva è comunque siamo noni e non troppo distanti, ma dobbiamo lavorare".

Domani quindi bisogna lavorare e provare a centrare un posto nelle prime due file, anche se non sarà facile: "Partire nelle prime due file ti fa andare a letto più sereno su tutte le piste. Come abbiamo visto in Malesia, noi in partenza possiamo recuperare, però ce ne sono poche di piste con un rettilineo tanto lungo. Però quest'anno abbiamo fatto un po' fatica in prova a livello di velocità pura, quindi per noi non è facile partire davanti, anche se sarebbe importante".

Riguardo alla qualifica, gli è stato domandato come mai ultimamente capiti spesso che Jack Miller riesca ad esprimersi meglio sul giro secco. Sottolineando però che poi lui in gara c'è sempre, mentre per l'australiano del Pramac Racing non è sempre così.

"E' successo più di una volta, ma non sempre. Io ho un'idea, ma non è detto che sia così. Noi siamo andati in una direzione di set-up per cercare di essere il più forte possibile in frenata fino all'ultima parte dell'inserimento. Questa però non ti permette di essere particolarmente aggressivo a livello di guida, devi essere molto dolce. Quando devo fare il passo, con le gomme usate, so cosa devo fare per stare al limite della moto e infatti in gara ci sono sempre. Però in qualifica, quando devi sfruttare l'extra grip della gomma nuova, faccio fatica a portare la gomma al limite".

"Io sono abbastanza aggressivo, nel senso che freno abbastanza forte e fino a centro curva. Jack invece fa esattamente l'opposto, lui frena con entrambe le ruote ed è molto più lineare, quindi riesce a sfruttare la moto senza farle fare troppo trasferimento di carico. Questo è il motivo per cui a volte alcuni piloti possono essere veloci in prova, ma poi in gara non ci sono".

Scorrimento
Lista

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Articolo successivo
Rossi e il futuro: "Niente sarà mai divertente come la MotoGP"

Articolo precedente

Rossi e il futuro: "Niente sarà mai divertente come la MotoGP"

Articolo successivo

Viñales: “Difficile vincere un titolo. Deve andarti tutto bene”

Viñales: “Difficile vincere un titolo. Deve andarti tutto bene”
Carica i commenti