Dovizioso: "Era fondamentale partire davanti e ce l'abbiamo fatta"

condividi
commenti
Dovizioso:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
30 giu 2018, 15:29

Il pilota della Ducati è molto soddisfatto del quarto posto in griglia ad Assen, anche perché la sua Desmosedici GP ha un buon passo, soprattutto con la gomma dura.

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team

La prima fila era distanza solamente una ventina di millesimi, ma Andrea Dovizioso è comunque soddisfatto del quarto tempo portato a casa nelle curiose qualifiche "in trenino" del GP d'Olanda. Partire davanti è fondamentale su una pista come Assen, dove i sorpassi sono molto difficili, e poco importa se per una volta è arrivato anche l'aiutino del traino giusto per il pilota della Ducati.

"La qualifica è stata molto strana, ci siamo trovati in tanti piloti insieme e nessuno voleva tirare, ma fortunatamente ero l'ultimo. A quel punto mi sono detto: 'O ci penalizzano tutti, o stavolta facciamo il tempo'. Sono stato dietro, sono stato calmo ed ho venuto fuori un grande bel giro" ha detto "Desmodovi" a fine giornata.

La cosa positiva poi è che la sua Desmosedici GP pare competitiva anche sul passo di gara, anche se gli avversari sicuramente non mancheranno, a partire dal poleman Marc Marquez e dalle Yamaha.

"Era importante come sempre, ma questa è una delle piste dove è più difficile sorpassare quindi era fondamentale partire davanti e ce l'abbiamo fatta. A parte questo, il passo per la gara è abbastanza buono, siamo tra i più veloci, ma Marc ha dimostrato di essere molto costante oltre che veloce. E anche le due Yamaha credo che saranno molto competitive. Non ci saranno solo loro, ma non è mai facile interpretare tutti gli avversari, soprattutto qua ad Assen".

Leggi anche:

Stamattina il vento lo aveva messo in difficoltà, ma il forlivese è soddisfatto della reazione sua e della squadra: "Abbiamo lavorato bene, siamo riusciti a migliorare e soprattutto stamattina la direzione del vento è un po' cambiata e mi aveva scombussolato il modo di guidare, quindi non riuscivo ad essere veloce come ieri pomeriggio. Oggi pomeriggio però abbiamo fatto lo step e con la gomma giusta la velocità c'è. Poi servono altri dettagli, ma questi lo scopriremo solo in gara se ce li abbiamo o noi".

Per quanto riguarda le gomme, in ottica gara sembra indirizzato verso la dura al posteriore: "Fortunatamente, anche qua siamo veloci sia con le morbide che con le dure e siamo veloci con tutte e due. Credo che il consumo gomma sarà un problema per tutti, se vogliamo definirlo così, quindi dobbiamo vedere quanto sarà veloce la gara. Nel pomeriggio comunque quando mettiamo la gomma dura siamo tra i più veloci, quindi probabilmente useremo quella. Ma bisogna vedere cosa faranno anche gli altri".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Articolo successivo
Espargaro piazza l'Aprilia in terza fila ad Assen: "Abbiamo dimostrato che ci siamo!"

Articolo precedente

Espargaro piazza l'Aprilia in terza fila ad Assen: "Abbiamo dimostrato che ci siamo!"

Articolo successivo

Valentino: "L'importante è domani alle 14, ma essere davanti è un bel segnale"

Valentino: "L'importante è domani alle 14, ma essere davanti è un bel segnale"
Carica i commenti