Nuova carena Yamaha, Dovizioso duro: "Rende il bando delle ali una farsa"

Secondo Andrea Dovizioso, la carena introdotta dalla Yamaha nei test di MotoGP a Valencia dimostra che il divieto di utilizzare le ali è una farsa e che è stato pensato solo per infastidire la Ducati.

Nuova carena Yamaha, Dovizioso duro: "Rende il bando delle ali una farsa"
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

La MotoGP ha bandito le ali alla fine del 2016, dichiarando di ritenerle troppo pericolose. Una scelta che ha influito in particolar modo sulla Ducati, che le aveva introdotte nel 2015.

Nel corso della stagione 2017, i costruttori hanno cercato di compensare la loro mancanza e la Ducati è stata quella che probabilmente ha sviluppato la soluzione più aggressiva.

Almeno fino ai test post-gara di Valencia, nei quali la Yamaha ha introdotto una carena molto radicale, che ricorda proprio le forme delle vecchie ali.

Dovizioso quindi ha fatto notare che le carene sono molto più pericolose (non si staccano in caso di incidente) e questo dimostra che il regolamento tecnico è stato cambiato solo per danneggiare la Ducati e non per questioni di sicurezza.

"Non voglio creare delle nuove controversie, ma c'è solo un'interpretazione possibile" ha detto Dovizioso.

"Ci è stato detto che le ali erano state bandite perché erano troppo pericolose, ma le carene odierne lo sono ancora di più".

"Sono d'accordo con il regolamento attuale, ma le nuove carene dimostrano che le ragioni dietro a quel divieto erano una farsa".

"Mostra che la reale ragione per cui sono state bandite le ali era limitare i progressi della Ducati".

Vinales la pensa in maniera differente

Diverso il punto di vista di Maverick Vinales, secondo il quale la nuova carena ha migliorato la sua moto e non infrange assolutamente le regole.

"Non credo che sia illegale" ha detto Vinales. "L'Aprilia ne ha una simile e anche la Ducati, quindi dovrebbe essere nell'ambito delle regole".

"Assomiglia un po' alle vecchie ali, ma è parte della carena, anche se può ricordarle. Onestamente è una decisione che è dipesa dalla Dorna e io sono d'accordo con quello è stato scelto".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

condividi
commenti
Miller: "La Ducati non gira? Chi lo dice dovrebbe provare le altre moto"
Articolo precedente

Miller: "La Ducati non gira? Chi lo dice dovrebbe provare le altre moto"

Articolo successivo

Valentino ammette: "Il ritiro è una cosa che mi spaventa"

Valentino ammette: "Il ritiro è una cosa che mi spaventa"
Carica i commenti