MotoGP
02 ago
-
04 ago
Evento concluso
09 ago
-
11 ago
Evento concluso
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
G
GP della Tailandia
04 ott
-
06 ott
FP1 in
15 giorni
G
GP del Giappone
18 ott
-
20 ott
FP1 in
29 giorni
G
GP d'Australia
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
36 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
43 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
57 giorni

Dovizioso: "A Misano ho capito quanto sia difficile essere Valentino"

condividi
commenti
Dovizioso: "A Misano ho capito quanto sia difficile essere Valentino"
Di:
14 set 2017, 08:19

Il pilota della Ducati ha raccontato in un'intervista concessa alla Gazzetta dello Sport quanto sia complicato vivere un weekend con tutti gli occhi dei tifosi puntati su di sé, un'esperienza nuova per lui.

Podio: il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, il secondo classificato Danilo Petru
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Podio: il terzo classificato Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso ha vissuto una situazione inedita nel weekend di Misano. Non solo è arrivato alla gara di casa da leader della classifica iridata, ma lo ha fatto anche con tutte le attenzioni da parte del pubblico italiano, orfano di un Valentino Rossi costretto a saltare il GP di San Marino e della Riviera di Rimini a causa di un infortunio.

In un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, il pilota della Ducati ha raccontato che è stato molto difficile gestire il grande affetto ricevuto dai tifosi nell'arco di tutto il weekend.

"Le gare italiane sono impegnative in generale. Quest'anno, poi, arrivandoci da primo nel Mondiale e con la frattura di Valentino, ho ricevuto molto più supporto dai tifosi. Ma non è possibile assecondare tutti, gestire la cosa è stato pesante, i tifosi italiani sono belli pressanti, sanguigni" ha detto "Desmodovi".

E non è una questione di pressione, quanto il fatto di avere sempre gli occhi addosso nell'arco di tutta la giornata: "Ah senza dubbio, mai avuto tanto tifo. Non centra la pressione, quella la gestisco sempre bene, ma gli occhi su di te, la gente che ti vuole in ogni minuto".

Questo gli ha permesso di capire più da vicino perché Valentino Rossi si sia in un certo senso isolato, visto che il pilota della Yamaha deve convivere con questo affetto dilagante da oltre 15 anni ed in ogni singolo weekend di gara.

"Anche se io sono ancora molto lontano da quello che lui vive abitualmente, capisco quanto sia difficile essere Valentino Rossi in tutto quello che fa. E capisco come sia stato obbligato ad isolarsi. Devi creare uno scudo se vuoi sopravvivere, perchè se non hai i tuoi tempi e spazi per rendere al massimo livello, alla fine vieni spremuto e devi smettere" ha concluso.

Articolo successivo
Jarvis: "Il rapporto Rossi-Vinales è buono, non hanno avuto conflitti"

Articolo precedente

Jarvis: "Il rapporto Rossi-Vinales è buono, non hanno avuto conflitti"

Articolo successivo

Clamoroso: rubata la radiografia della gamba di Valentino Rossi!

Clamoroso: rubata la radiografia della gamba di Valentino Rossi!
Carica i commenti