Domenicali: "Lorenzo vuole mostrare di essere il campione che era"

condividi
commenti
Domenicali:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
07 dic 2017, 08:21

L'amministratore delegato della Ducati ha dato una tiratina d'orecchie al maiorchino, sottolineando che ha deluso le aspettative nel 2017. Ma ha anche coccolato Dovizioso: "Ha dominato la scena".

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Claudio Domenicali, Ducati CEO, Andrea Dovizioso, Ducati Team, Michele Pirro, Ducati Team, Jorge Lorenzo, Ducati Team, Ducati V4 road engine launch
L'A.D. Ducati Claudio Domenicali con il V4 della Desmosedici Stradale
Jorge Lorenzo, Ducati Team

12 mesi fa, Jorge Lorenzo è arrivato alla Ducati con l'obiettivo di riportare il Mondiale a Borgo Panigale. Impresa che alla Rossa è quasi riuscita, ma con Andrea Dovizioso, che ha conteso la corona di campione a Marc Marquez fino all'ultimo round di Valencia.

Mentre il forlivese è stato capace di portarsi a casa la bellezza di sei vittorie, il maiorchino non è riuscito a fare meglio di tre podi, pur mostrando importanti segnali di crescita nella fase conclusiva della stagione.

L'amministratore delegato Claudio Domenicali, dunque, ha esaltato "Desmodovi" e dato anche una bacchettata a Jorge, forse cercando di spronarlo a fare meglio nella prossima stagione.

"Godiamoci questo 2017. Abbiamo portato a casa ben 6 vittorie e ci siamo davvero divertiti molto, i ragazzi ora si stanno rilassando. Nel 2018 partiremo da zero, con più energia e consapevolezza e con la certezza di avere un buon set di base" ha detto ai microfoni di Sky.

"Dovizioso ha dominato la scena, Lorenzo, invece, è stato chiaramente al di sotto delle aspettative sue e nostre, quindi non vede l’ora di provare il prossimo anno a dimostrare di essere ancora il campione che era in passato".

"Ci vuole quell'artiglio, che per me, è mancato quest’anno. Deve fare ciò per dimostrare che è veloce e può optare per grandi risultati" ha concluso.

Prossimo articolo MotoGP
Lorenzo: "Io e Valentino non andiamo d'accordo, ma lo ammiro molto"

Previous article

Lorenzo: "Io e Valentino non andiamo d'accordo, ma lo ammiro molto"

Next article

Lüthi: “In MotoGP si impara anche osservando i migliori”

Lüthi: “In MotoGP si impara anche osservando i migliori”