MotoGP
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Domenicali: "Ducati innovativa? Non parlo o Dall'Igna mi uccide"

condividi
commenti
Domenicali: "Ducati innovativa? Non parlo o Dall'Igna mi uccide"
Di:
4 dic 2019, 16:29

L'amministratore delegato della Ducati ha lasciato intendere che ci potranno essere novità interessanti sulla Desmosedi GP 2020, ma senza dare troppi dettagli. Bocca cucita anche sulle voci legate a Maverick Vinales per il 2021.

Oggi Claudio Domenicali è stato presentato ufficialmente come nuovo presidente della Motor Valley. Per l'amministratore delegato della Ducati, padrone di casa dell'evento che si è svolto all'auditorium di Borgo Panigale, è stata anche l'occasione per fare il punto sulla stagione di MotoGP appena conclusa, ma anche sulla prossima, per la quale stanno già lavorando duramente nel reparto corse della Rossa.

Nel 2019 sono arrivate tre vittorie e Andrea Dovizioso è stato vice-campione del mondo per il terzo anno consecutivo. Numeri che però non sono bastati per contrastare lo strapotere di Marc Marquez. Questo non vuol dire però che alle porte di Bologna non vogliano provare a ribaltare la situazione nel 2020.

"La Ducati si sta preparando alla prossima stagione di MotoGP come sempre, quindi lavorando moltissimo. Avendo anche la consapevolezza di quello che abbiamo fatto bene, perché abbiamo vinto tre gare nell'ultimo anno, laureandoci vice-campioni del mondo per la terza volta consecutiva. In funzione dei punti vista, può essere il primo degli ultimi, oppure quello che a sua volta ne ha altri 20 dietro, che è il mio preferito" ha detto Domenicali.

"Diverse cose non hanno funzionato come avremmo voluto, ma abbiamo di fronte un campione straordinario come Marc Marquez, che è estremamente coriaceo da battere, per noi lo abbiamo già fatto ripetutamente. Sappiamo che la nostra moto ha alcuni punti di forza ed altri di debolezza".

Leggi anche:

"Sappiamo che i nostri piloti, Andrea Dovizioso in primis, ha dei grandissimi punti di forza e delle aree di miglioramento. Ora lui si sta un po' riposando, ma credo che ne abbia il diritto dopo una stagione così impegnativa. I nostri ingegneri invece non si stanno riposando e stanno lavorando duramente per preparare una moto che sia migliore di quest'anno".

Da questo punto di vista, in tanti si aspettano già delle innovazioni dagli uomini in Rosso, come lo scorso anno lo fu il famigerato "cucchiaio". La sensazione è che qualcosa si vedrà in Qatar, anche se le bocche per ora sono cucite, compresa quella di Domenicali.

"Cercare di fare ricerca tecnologica avanzata fa parte del carattere del nostro marchio. La MotoGP per noi è il laboratorio di ricerca più avanzato. Tutto quello che sviluppiamo e sperimentiamo in MotoGP, ha un'alta probabilità di trovare applicazioni sul prodotto di serie".

"Per noi non è solo un'attività di tipo sportivo o di marketing, ma è soprattutto un investimento tecnologico, quindi c'è una grande spinta in tutti gli ingegneri a spostare l'asticella più in alto e a trovare soluzioni innovative".

"Le vedremo alla prima gara? Non lo posso dire, altrimenti Gigi Dall'Igna mi uccide! (ride) Sicuramente però i nostri ingegneri non sono impegnati solo nel miglioramento delle cose che abbiamo già, ma sulla ricerca di nuove soluzioni".

La stagione 2020 deve ancora cominciare, ma con tutti i contratti in scadenza alla sua conclusione, si parla già molto del mercato in chiave 2021. Uno dei nomi che vengono accostati alla Ducati è quello di Maverick Vinales, ma anche su questo punto Domenicali ha preferito non sbilanciarsi.

"Tutti stanno parlando e in diversi si stanno già muovendo. Ci sono diverse considerazioni da fare, ma non credo che sia ancora il momento di parlare di nomi".

Articolo successivo
MotoGP: nuove modifiche al regolamento dei test e delle wild card

Articolo precedente

MotoGP: nuove modifiche al regolamento dei test e delle wild card

Articolo successivo

Valentino Rossi prepara il sedile per la Mercedes di Hamilton

Valentino Rossi prepara il sedile per la Mercedes di Hamilton
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Team Ducati Corse Acquista adesso
Autore Matteo Nugnes