Delusione Bagnaia: “Non so quale sia il problema, ma così è dura”

Pecco Bagnaia è solo quattordicesimo al traguardo del Gran Premio di Gran Bretagna e perde terreno in classifica mondiale, scivolando a -70 da Fabio Quartararo. Il pilota Ducati ha accusato qualche problema al posteriore, ma non ha ben chiaro quale sia.

Delusione Bagnaia: “Non so quale sia il problema, ma così è dura”

La gara di Silverstone di Francesco Bagnaia era partita con i migliori presupposti, ma con il passare dei giri si è trasformata in un incubo. Il pilota Ducati scattava dalla seconda posizione ed era pronto a dare battaglia, avendo mostrato un passo decisamente efficace per tutto il fine settimana. Tuttavia, al traguardo non è andato oltre la 14esima posizione, perdendo terreno in classifica.

Il piemontese della Ducati montava le stesse gomme di Fabio Quartararo, una morbida all’anteriore e una media al posteriore. Quest’ultimo ha creato qualche problema a Pecco, che però non sa individuarlo precisamente. Se nelle prime fasi di gara era in lotta per le posizioni del podio, pian piano è arretrato, subendo i sorpassi di molti piloti fino a chiudere con un 14esimo posto, ma non attribuisce la causa alla scelta della gomma: “È abbastanza chiaro che qualcosa oggi non ha funzionato, perché il mio passo è stato molto buono per tutto il fine settimana. Ho fatto anche dei run con gomme usate ed ero tre secondi più rapido di oggi. Quindi non so davvero bene cosa sia successo, dobbiamo verificare i dati, parlare con Michelin. Ma in un campionato così, dove siamo al top del motociclismo, penso che tutte le parti della nostra moto devono essere al top”.

 

“Non so gli altri, ma per quanto ci riguarda, credo che questo weekend fosse tutto ok – prosegue Pecco – Forse in Austria avevamo una carcassa differente che ci ha dato più problemi. Ma questo fine settimana solo Jack ha avuto problemi ieri in qualifica ed io oggi. Ho anche visto che Valentino ha avuto problemi, quindi non so bene. Dobbiamo parlare bene con Michelin per capire cosa non sta andando bene. Alla Curva 7 sono andato largo perché durante l’ingresso ho perso il posteriore. Con l’anteriore mi sentivo molto bene, per tutto il weekend mi sono sentito bene con la morbida, avevo fatto i miei tempi più veloci con quella mescola e il mio feeling era incredibile. Quindi la cosa buona era usare una morbida all’anteriore oggi, ma non posso dire la stessa cosa per il posteriore”.  

Con il risultato odierno, ora Bagnaia si trova a 70 lunghezze dal leader del mondiale e le possibilità si assottigliano, però il pilota Ducati non perde la speranza: “Quello che possiamo dire è che Fabio in questo momento ha un buon gap, perciò noi non perdiamo la nostra ambizione e facciamo del nostro meglio per stare davanti a lui, ma la verità è che attualmente lui è il più forte, è sempre davanti e non ha problemi in diverse situazioni. Quindi dobbiamo pensare sempre positivo e provare ad essere davanti. Ma così è difficile, perché puoi fare del tuo meglio durante tutto il weekend, ma poi in gara succede qualcosa e non puoi concretizzare tutto il lavoro del fine settimana, quindi è più complicato”.

“È frustrante, perché la scorsa settimana abbiamo ottenuto un buon risultato ed era molto importante continuare a guadagnare punti su Quartararo – afferma Bagnaia – Quindi una situazione del genere è molto difficile, anche perché sono stato forte e competitivo per tutto il weekend, quindi il mio passo era molto buono. Comunque voglio dire che Fabio ha demolito tutti con una soft all’anteriore, io per tutto il weekend mi sono trovato bene con la soft davanti, tant’è che l’ho usata in qualifica. Mir per esempio non l’aveva usata quasi mai, anzi, ha sempre usato la media. Noi eravamo a posto con la soft davanti”.

condividi
commenti
Rins: "Ho scordato il timore di cadere. Ora mi diverto"

Articolo precedente

Rins: "Ho scordato il timore di cadere. Ora mi diverto"

Articolo successivo

Mir: “Il mondiale è complicato, ma non è ancora finito!”

Mir: “Il mondiale è complicato, ma non è ancora finito!”
Carica i commenti