Darryn Binder in pista con una Yamaha R1 martedì a Brno

Il pilota sudafricano, che attualmente corre in Moto3 con Petronas, si appresta ad avere la prima presa di contatto con il mondo Yamaha, facendo un test con una R1 in vista del suo debutto in MotoGP nel 2021 con i colori SRT.

Darryn Binder in pista con una Yamaha R1 martedì a Brno

Stando a quanto ha appreso Motorsport.com, Darryn Binder, che ha tutte le possibilità di passare direttamente dalla Moto3 alla MotoGP nella prossima stagione con il Sepang Racing Team, martedì proverà una Yamaha R1 sul circuito di Brno.

Il sudafricano è la prima scelta del team malese per la prossima stagione, che è stata complicata dall'annuncio di Petronas di questo fine settimana, che ha confermato che lascerà il campionato del mondo. La compagnia petrolifera non solo cesserà di essere lo sponsor principale di SRT, ma chiuderà anche le due strutture con cui compete in Moto2 e Moto3.

Questa decisione, insieme a quella di Maverick Viñales, che ha deciso di uscire con un anno d'anticipo dal suo contratto con la Yamaha e che nel 2022 difenderà i colori della Yamaha, ha messo i dirigenti della SRT in una posizione molto difficile.

Leggi anche:

Da un lato, a causa della decisione di Viñales, che porterà alla promozione di Franco Morbidelli nella squadra ufficiale Yamaha, accanto a Fabio Quartararo. Dall'altro, perché la partenza di Petronas lascia un vuoto importante in termini finanziari. Questo sta portando i dirigenti SRT a cercare formule fantasiose come quella di Binder, che sarebbe catapultato in MotoGP insieme al sostegno finanziario che lo accompagna.

Il 23enne pilota di Potchefstroom, fratello di Brad, vincitore dell'ultima gara a Spielberg, attualmente corre in Moto3 con il Petronas Sprinta Racing, una delle squadre che scomparirà. Attualmente è sesto in classifica generale con 86 punti, 110 dietro al leader Pedro Acosta, ma è salito due volte sul podio nelle gare inaugurali in Qatar. Il sudafricano sarebbe il secondo pilota a fare il salto diretto dalla Moto3, dopo l'attuale portacolori della Ducati, Jack Miller, che lo ha già fatto nel 2015.

condividi
commenti
Pagelle MotoGP Austria: Finalmente un Valentino Rossi da 7

Articolo precedente

Pagelle MotoGP Austria: Finalmente un Valentino Rossi da 7

Articolo successivo

Puig: "Marquez sta tornando al suo vero potenziale"

Puig: "Marquez sta tornando al suo vero potenziale"
Carica i commenti