Dall'Igna: "Campioni Costruttori, ma c'è un po' di rammarico"

Il direttore generale di Ducati Corse è felice per la conquista del titolo Costruttori della MotoGP, anche se resta il cruccio di aver sprecato una grande occasione per portare a Borgo Panigale anche quello Piloti, vista il grande potenziale mostrato da Pecco Bagnaia.

Dall'Igna: "Campioni Costruttori, ma c'è un po' di rammarico"

La Ducati viene additata ormai in maniera quasi unanime come la miglior moto della griglia di partenza della MotoGP e oggi di fatto ha visto questa cosa certificata sul campo a Portimao, con la conquista del titolo Costruttori arrivata con una gara d'anticipo.

La vittoria nel Gran Premio dell'Algarve di Pecco Bagnaia è stata la ciliegina sulla torta di un ruolino di marcia davvero invidiabile. La Casa di Borgo Panigale quest'anno si è infatti portata a casa 10 pole position, 6 vittorie (3 con Bagnaia, 2 con Jack Miller e 1 con Jorge Martin), oltre a portare sul podio ben cinque piloti diversi, compreso Enea Bastianini con una vecchia GP19 aggiornata.

Leggi anche:

Un riconoscimento che quindi gli uomini in Rosso si sono assolutamente meritati. Anzi, nonostante la gioia per questo traguardo prestigioso, bis del titolo Costruttori dello scorso anno, c'è anche un pizzico di rammarico per non essere riusciti a centrare anche la corona più importante, quella dei piloti, che Fabio Quartararo aveva già festeggiato due settimane fa a Misano. Il direttore generale di Ducati Corse, Gigi Dall'Igna, lo ha infatti ammesso senza troppi giri di parole.

"Ce l'abbiamo fatta. Abbiamo fatto sicuramente una bellissima gara ed abbiamo conquistato il Campionato del Mondo Costruttori. Resta chiaramente un po' di rammarico per il Mondiale Piloti, che secondo me era alla nostra portata, perché Pecco ha fatto veramente una grande stagione. Resta un po' di rammarico solo per questo", ha detto Dall'Igna a caldo ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

Il tecnico veneto ha reso anche merito al suo pilota, non solo per la gara di Portimao, lasciando intendere che crede molto nel suo potenziale per il futuro. Del resto, è innegabile che nella seconda parte della stagione si sia reso protagonista di una grande maturazione, che lo ha portato a conquistare tre vittorie e cinque pole position negli ultimi cinque appuntamenti. Probabilmente ha pagato un po' la sua inesperienza rispetto a Quartararo nella prima parte del campionato, ma ora sembra pronto per giocarsela alla pari nel 2022.

"E' stato perfetto, non ha fatto una sola sbavatura in tutto il fine settimana. Quindi posso solo dire che abbiamo un grande pilota", ha concluso.

Jack Miller, Ducati Team, Jump

Jack Miller, Ducati Team, Jump

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Bagnaia: "Ora ho la consapevolezza di essere davvero forte"
Articolo precedente

Bagnaia: "Ora ho la consapevolezza di essere davvero forte"

Articolo successivo

Mir: “Pecco perfetto! Io nel 2021 ho chiesto troppo a me stesso”

Mir: “Pecco perfetto! Io nel 2021 ho chiesto troppo a me stesso”
Carica i commenti