Crutchlow sostituisce Morbidelli per le prossime tre gare

Cal Crutchlow sostituirà Franco Morbidelli nelle due gare in Austria e nel Gran Premio di Gran Bretagna, per permettere al pilota italiano di continuare il recupero dopo l’infortunio al ginocchio che ha richiesto un intervento chirurgico.

Crutchlow sostituisce Morbidelli per le prossime tre gare

La pausa estiva non ha consentito a Franco Morbidelli di recuperare pienamente dall’infortunio al ginocchio e, oltre alla gara di Assen, l’italiano sarà costretto a saltare anche le prossime tre gare. Il team Yamaha Petronas però non si fa trovare impreparato e ha scelto il sostituto del romano in vista dei prossimi appuntamenti.

Sarà Cal Crutchlow a salire in sella alla M1 di Morbidelli per il Gran Premio di Stiria, di Austria e di Gran Bretagna. Il britannico torna così a gareggiare a poco meno di un anno dal suo ritiro dalle corse. Tester Yamaha dal 2021, Crutchlow conosce già la moto e sarà dunque più semplice l’approccio, anche se nove mesi lontano dalle gare potrebbero influire. L’inglese torna così sulla griglia di partenza e lo farà anche in occasione del suo appuntamento di casa, a Silverstone.

Quella inglese dovrebbe essere l’ultima gara di Crutchlow prima del ritorno di Morbidelli, previsto dunque per settembre ad Aragon. Il pilota titolare Petronas dunque perderà in totale ben quattro gare e questo lo taglia definitivamente fuori dalla lotta per il titolo, già complicatissima prima di Assen. Il romano ha atteso prima di sottoporsi ad un intervento chirurgico al ginocchio che si è però reso inevitabile e richiede dei tempi di recupero piuttosto lunghi.

“È fantastico tornare a guidare con Yamaha quest’anno come tester e riuscire ad esserci quando è necessario – afferma Crutchlow – Non vedo l’ora di guidare per il team Petronas in questi tre Gran Premi, chiaramente non sono le circostanze migliori e auguro a Franco una buona ripresa, spero che torni più forte dopo l’intervento al ginocchio. Sono sicuro che sarà così, perché in questi ultimi due anni ha guidato magnificamente”.  

Chiaramente, dopo tanto tempo fuori dalle gare, Crutchlow non si pone aspettative troppo alte: “Credo sia difficile darsi degli obiettivi per queste tre gare e sarà più complicato capire la moto, dato che ho avuto giorni di test limitati quest’anno. La cosa buona sarà che posso confrontare le moto e dovrei essere in grado di fornire dei dati a Yamaha. È un po’ come essere gettati nella fossa dei leoni, perché la MotoGP è molto competitiva, ma non vedo l’ora di correre e sarà bello tornare in griglia. Sono impaziente di incontrare il team in Austria, anche se ci saranno alcuni volti familiari, perché Wilco Zeelenberg era il mio Team Manager in Supersport nel 2008 e ho corso con Johan Stigefelt qualche anno fa, quindi sarà un piacere tornare con loro”.

Razlan Razali, Team Principal di Petronas Yamaha, spiega per quale motivo la squadra ha scelto Crutchlow: “Dopo aver valutato tutte le opzioni, è stata una decisione presa tra noi e Yamaha quella di chiedere a Cal Crutchlow di sostituire Franco mentre lui recupera dall’infortunio. Cal è un pilota di esperienza che attualmente ricopre il ruolo di tester in Yamaha. Come team indipendente, possiamo contribuire ad aiutare Yamaha, Cal potrà accumulare qualche chilometro sulla M1, che dovrebbe aiutarlo nel suo lavoro di sviluppo per Yamaha. Cal sostituirà Franco per le prossime tre gare e non abbiamo degli obiettivi veri per lui in termini di risultati. Faremo tutto il possibile per aiutarlo, sostenerlo e farlo sentire a suo agio nel team. Ha già familiarità con alcune delle persone chiave nel team e questo aiuta, sono sicuro che sarà pronto per la sfida”.

condividi
commenti
Miller: “Voglio vincere ancora e non cadere di nuovo”

Articolo precedente

Miller: “Voglio vincere ancora e non cadere di nuovo”

Articolo successivo

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP
Carica i commenti