Crutchlow: “HRC mi voleva come pilota di riserva in MotoGP e SBK”

Cal Crutchlow rivela che non c’è stata nessuna offerta da Honda per un ruolo nel 2021, ma afferma che HRC voleva renderlo pilota di riserva in MotoGP e in Superbike.

Crutchlow: “HRC mi voleva come pilota di riserva in MotoGP e SBK”

La carriera di Cal Crutchlow come pilota titolare si è conclusa dopo che il team LCR ha scelto di sostituirlo con Alex Marquez ed il britannico ha scelto di firmare un contratto con Yamaha nel 2021 come collaudatore. Il suo nome era stato accostato ad Aprilia, prima che però firmasse con la Casa di Iwata. Ma ai media, il pilota inglese ha parlato del ruolo che Honda aveva in mente per lui.

L’idea di HRC era quella di tenere Crutchlow come pilota di riserva per i propri team in MotoGP e Superbike, ma il britannico ha affermato di non essere interessato, perché avrebbe anche potuto significare correre tutta la stagione. Quando gli è stato chiesto se Honda gli avesse offerto il ruolo di tester nel 2021 ha risposto: “Non ho mai avuto qualcosa sulla carta da HRC, ma il loro piano era più quello di un pilota di riserva”.

“Alberto Puig...mi piace Alberto – prosegue l’ormai ex pilota – ho sempre detto che è stato molto influente nei miei accordi con Honda negli ultimi anni e mi ha sempre sostenuto. È come me, diretto nel parlare ed è rimasto deluso quando sono stato tenuto fuori da Honda all’inizio dell’anno. Molte cose sono fuori dal suo controllo, ma altre sì e capisco la situazione. Quindi, ovviamente voleva tenermi in squadra in qualche modo e hanno provato a darmi il ruolo di pilota di riserva”.

Crutchlow continua parlando di ciò che interessava a lui: “Credo che però sarebbe stato un impegno enorme, perché si trattava di MotoGP e Superbike e non ero particolarmente interessato a quel progetto, in particolare perché ci sarebbero stati sei piloti eventualmente da sostituire ed avrebbe significato correre tutto l’anno. Ma sono molto grato di aver sempre parlato con Alberto in maniera onesta ed aperta. Un’altra grande cosa è stata quando gli ho detto che avrei firmato un contratto con Yamaha e lui è stato molto contento per me. È bello questo”.

Crutchlow infatti sarà in forza al team Yamaha come collaudatore e potrebbe disputare qualche gara come wild card nel 2021. Questo sarebbe utile al progetto, anche se la squadra non ha le concessioni e quindi gli sarebbe permesso disputare solamente tre gare.

condividi
commenti
Quartararo: “Nel 2021 voglio essere meno emotivo”
Articolo precedente

Quartararo: “Nel 2021 voglio essere meno emotivo”

Articolo successivo

Folger confronta le gomme MotoGP e SBK: “Meglio Pirelli”

Folger confronta le gomme MotoGP e SBK: “Meglio Pirelli”
Carica i commenti