Confermate le wild card di Michele Pirro e Stefan Bradl per la tappa di Misano

condividi
commenti
Confermate le wild card di Michele Pirro e Stefan Bradl per la tappa di Misano
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
14 giu 2018, 11:17

Per entrambi si tratterà del secondo impegno nella stagione 2018, con l'italiano che sarà ovviamente in sella alla Ducati, mentre il tedesco avrà a disposizione la terza Honda della HRC.

Michele Pirro, Ducati Team
Stefan Bradl, Honda World Superbike Team
Michele Pirro, Ducati Team
Michele Pirro, Ducati Team

L'ultimo incontro della Grand Prix Commission ha confermato un paio di wild card per la seconda parte della stagione della MotoGP 2018 e più precisamente per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini, che si terrà a Misano a settembre.

Tra i piloti al via ci saranno anche Michele Pirro con la terza Ducati ufficiale e Stefan Bradl, che invece avrà la terza RC213V della Honda HRC.

Per entrambi si tratterà della seconda uscita stagionale, anche se il tedesco deve ancora fare il suo esordio in un weekend di gara con i colori Repsol. Dopo aver preso parte ai test invernali in Malesia, infatti, il suo primo impegno è fissato per il mese di agosto, in occasione del GP di Repubblica Ceca a Brno.

Pirro invece ha già avuto la sua prima chance al Mugello, anche se il suo weekend si è interrotto nella giornata di venerdì, in seguito al terribile incidente di cui è stato vittima nella seconda sessione di prove libere, venendo sbalzato via dalla sua Desmosedici GP ad oltre 270 km/h.

Fortunatamente il collaudatore puglise se l'è cavata "solo" con una commozione cerebrale e con una sublussazione della spalla destra, oltre a diverse contusioni. Ma parliamo di un incidente che avrebbe potuto avere un esito decisamente peggiore, soprattutto se si pensa che Pirro indossava una tuta che non era dotata di airbag (fino alla gara scorsa non era obbligatorio per le wild card).

Articolo successivo
Moto, orari e copertura TV in Svizzera del GP di Catalogna

Articolo precedente

Moto, orari e copertura TV in Svizzera del GP di Catalogna

Articolo successivo

Petrucci: "La Ducati è un punto di partenza, perché non ho ancora vinto"

Petrucci: "La Ducati è un punto di partenza, perché non ho ancora vinto"
Carica i commenti