Nel 2013 arrivano le penalità in punti in MotoGp!

Nel 2013 arrivano le penalità in punti in MotoGp!

Se ne potranno perdere un massimo di 10. Cambiano anche la procedura di partenza e la regola del 107%

La Grand Prix Commission ha introdotto delle importanti novità al regolamento sportivo della MotoGp in vista della stagione 2013 e la principale riguarda senza ombra di dubbio la possibilità di applicare delle penalità in punti a quei piloti che sono soliti a farsi trovare in fallo con una cerca frequenza. PENALITA' IN PUNTI È stata riconosciuta la necessità di indirizzare quei piloti costantemente sotto “warning” o penalizzati per mettere in pericolo altri piloti o arrecare insulti ai marshal o altri ufficiali. E' stato approvato quindi un nuovo sistema di penalizzazione per punti: la Direzione di Gara potrà sanzionare un pilota con un numero di punti che varierà tra 1 e 10. Questa opzione potrà aggiungersi ad altre sanzioni. I punti verranno accumulati durante la stagione e una volta raggiunti i seguenti limiti, altre sanzioni si applicheranno automaticamente: - 4 punti - partenza dal fondo della griglia nel prossimo Gp. - 7 punti - partenza dalla pit lane nel prossimo Gp. - 10 punti - squalifica dal prossimo Gp. Una volta applicata la sanzione di 10 punti si azzererà tale calcolo. I punti non si trasmetteranno da stagione a stagione. NUOVA PROCEDURA DI PARTENZA Approvate anche alcune modifiche alla procedura di partenza: - L’apertura della Pit lane verrà accompagnata da bandiera verde all’uscita insieme alla luce verde. - Non ci sarà bandiera rossa di fronte alla griglia alla conclusione del giro di ricognizione. - Le termocoperte dovranno essere rimosse immediatamente a seguito del display: “one minute board”. CAMBIA LA REGOLA DEL 107% A seguito dell’approvazione delle nuove qualifiche MotoGp è necessario stabilire il criterio da seguire per la regola del 107%. Per essere ammessi alle attuali qualifiche un pilota dovrà girare con un tempo più rapido rispetto al 107% del miglior crono delle tre libere. Non sarà più possibile qualificarsi per la gara con un tempo fatto segnare nel warm up. Piloti chiamati a sostituire per infortunio un pilota infortunatosi nelle libere che non dovessero raggiungere tale risultato saranno ammessi alla QP1, nella quale dovranno raggiungere un tempo al di sotto del 107%. ALTRE PICCOLE NOVITA' La mancata partecipazione al primo Briefing della FIM potrebbe causare una penalità, ma non si tramuterà automaticamente in una squalifica. La responsabilità del cambio di luci posteriori in condizioni di pioggia sarà del team. Non verranno mostrati avvisi. Non è più un requisito per la squadra la notifica di un ride through a causa di una partenza anticipata. La notifica viene visualizzato sulla linea di partenza per il pilota ed inclusa nella pagina di informazioni dei monitor di cronometraggio. Non esiste più un minimo imponibile dalla Direzione gara. Il massimo rimane a 50.000€

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie