Ciabatti confida nel potenziale della GP13 "laboratorio"

Anche il responsabile del programma MotoGp parla di piccoli passi nella direzione giusta

Ciabatti confida nel potenziale della GP13
La novità più rilevante dei test di MotoGp andati in scena lunedì sul tracciato di Jerez de la Frontera è stata senza dubbio la presenza di Andrea Dovizioso e Nicky Hayden in sella alla Ducati Desmosedici GP13 "laboratorio" con cui Michele Pirro aveva corso nel Gp di Spagna (nella foto il confronto tra le due moto). Dopo i feedback positivi di entrambi i piloti, che hanno notato un importante miglioramento soprattutto in entrata di curva e anche nella velocità di percorrenza, sottolineando però quanto ci sia ancora tanto lavoro da fare. Concetti che sono stati approfonditi ulteriormente dal Direttore del Progetto MotoGp Paolo Ciabatti. "Questa è la moto con cui Pirro ha corso durante il fine settimana e volevamo conferme. Si tratta solo di un passo nello sviluppo della moto, c'è ancora molto da fare perché sia davvero competitiva. C'è però da dire che abbiamo confermato che stiamo lavorando nella giusta direzione" ha detto ai microfoni di MotoGp.com. "Siamo migliorati in entrata di curva e anche in velocità in curva, ma abbiamo molti altri aspetti su cui lavorare ed era necessario vedere se almeno fin qui si era lavorato bene. Sia Nicky che Dovi hanno girato su tempi decenti, e ora andremo al Mugello per ulteriori test" ha aggiunto.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie