Ciabatti: "Non vogliamo che la Ducati 2017 sia adatta solo ai forzuti"

Paolo Ciabatti, responsabile del programma MotoGP della Ducati, assicura che la Casa italiana sta lavorando per dare a Jorge Lorenzo una moto meno esigente dal punto di vista fisico rispetto all'attuale.

 Ciabatti: "Non vogliamo che la Ducati 2017 sia adatta solo ai forzuti"
Paolo Ciabatti, Ducati Team MotoGP Project Director
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Luigi Dall'Igna e Paolo Ciabatti
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing, Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Anche se non lo riconoscono pubblicamente, ci sono alcuni membri della struttura di Borgo Panigale per il rendimento che Lorenzo ha mostrato nelle ultime gare. Non tanto per i suoi risultati, ma perché la sua versione più recente non sembra avere più niente a che fare con il tre volte campione del mondo della MotoGP che tutti conoscono.

Parallelamente a questa incertezza più che logica, la Ducati prosegue con lo sviluppo della moto con cui Lorenzo dovrebbe combattere Honda e Yamaha fin dall'inizio dell'anno prossimo.

Consapevoli dei punti di forza dello spagnolo, gli ingegneri della Casa bolognese stanno cercando di mitigare l'impegno fisico che richiede la Desmosedici, che a Silverstone aveva debilitato entrambi i piloti attuali, Andrea Dovizioso ed Andrea Iannone.

Entrambi avevano riconosciuto che con il passare dei giri era aumentanto il dolore alle avambraccia e, infatti, Iannone era anche caduto per lo stesso motivo.

Con queste indicazioni, il reparto tecnico della Casa italiana, Gigi Dall'Igna su tutti, vuole ottenere una moto meno "fisica" ma, come confermato da Ciabatti, non si tratta di una cosa facile data la natura della Ducati.

"Abbiamo delle idee, Gigi conosce Jorge da molto tempo, quindi sappiamo quali sono le sue qualità e le sue necessità, anche se dopo il test di Valencia avremo le idee un po' più chiare" ha detto a Motorsport.com.

"In ogni caso, la nostra intenzione è di fare in modo che la moto del prossimo anno sia solo per i forzuti. Questo non solo per Jorge, ma anche per tutti gli altri. Anche Pramac avrà una moto 2017 e non vogliamo che si ripetano casi come quello di Silverstone" ha detto l'italiano, che però poi ha avvertito: "Allo stesso tempo, sappiamo che una delle principali caratteristiche della nostra moto è la potenza del motore e sappiamo che normalmente richiede uno sforzo superiore".

condividi
commenti
La Honda richiama Aoyama per sostituire Pedrosa a Sepang

Articolo precedente

La Honda richiama Aoyama per sostituire Pedrosa a Sepang

Articolo successivo

Marquez: "Anche a Phillip Island ho imparato qualcosa"

Marquez: "Anche a Phillip Island ho imparato qualcosa"
Carica i commenti