MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
18 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
25 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Postponed
G
GP delle Americhe
15 apr
Postponed
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
39 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
52 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
66 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
80 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
87 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
101 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
108 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
122 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
157 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
171 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
185 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
192 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
206 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
227 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
234 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
248 giorni

Ciabatti: "Miller sarà uno dei contendenti al titolo"

Il direttore sportivo della Ducati crede che l'australiano abbia le carte in regola per lottare per il titolo se nel 2021 ripartirà come ha chiuso il 2020, ma ha grande fiducia anche in Bagnaia, oltre a confidare nel talento dei due nuovi arrivati Bastianini e Marini.

Ciabatti: "Miller sarà uno dei contendenti al titolo"

La Ducati è pronta ad aprire un nuovo ciclo. Martedì ci sarà la "prima" da piloti ufficiali per Jack Miller e Pecco Bagnaia, ma ad aprire le danze delle presentazioni in vista della stagione 2021 della MotoGP è stato il Team Esponsorama, che ad Andorra ha svelato le Desmosedici GP dei due esordienti Enea Bastianini e Luca Marini.

A conferma del legame che c'è tra la squadra spagnola e la Ducati, che fornirà supporto tecnico ed aggiornamenti per le GP19 dei due italiani, all'evento era presente anche il direttore sportivo della Rossa, Paolo Ciabatti, che ha fatto il punto della situazione ai microfoni di SkySportMotoGPHD.

"Abbiamo puntato sui giovani, perché nella squadra ufficiale abbiamo due piloti che hanno esperienza, soprattutto Miller, ma non dimentichiamo che Jack ha 26 anni appena compiuti e che Bagnaia ne ha 24. Poi abbiamo i tre rookie più promettenti, che sono Bastianini, Marini e Martin", ha detto Ciabatti.

"Era giunto il momento di cambiare per pensare al futuro della Ducati, ovviamente questo detto con il massimo rispetto con i piloti che sono stati con noi prima, come Dovizioso e Petrucci. Dopo tanti anni, era necessario voltare pagina ed inserire nuove energie, piloti giovani con un futuro che speriamo sia radioso. Cercheremo di metterli nelle condizioni migliori per dimostrare il loro talento anche in MotoGP".

La Ducati ha puntato forte sui giovani, ma anche sull'Italia, perché Bastianini e Marini al momento forse sono i due giovani più "pronti" e di prospettiva del panorama tricolore.

"Sono il campione ed il vice-campione del mondo e la scelta non è stata fatta aspettando il risultato del campionato, ma durante la stagione. Sia Enea che Luca hanno fatto un campionato eccellente, dimostrando non solo di essere veloci, ma di avere anche la maturità necessaria a gestire le situazioni difficili".

"Luca purtroppo ha avuto un brutto incidente a Le Mans, che poi gli ha compromesso le gare successive, però pensiamo di aver scelto il meglio dalla Moto2. Pensare che i due piloti italiani più promettenti esordiranno in MotoGP con la Ducati è sicuramente una grande soddisfazione".

Leggi anche:

Un nuovo ciclo a volte può richiedere del tempo per cominciare a dare dei frutti, ma secondo Ciabatti i due piloti del factory team, e soprattutto Miller, hanno già le carte in regola per dire la loro fin da subito.

"Credo che sia Jack che Pecco abbiano le caratteristiche per fare molto bene. Jack ha finito la stagione 2020 in maniera eccezionale, se riuscirà ad iniziare il 2021 alla stessa maniera, sicuramente sarà uno dei contendenti per il Mondiale".

"Questo non vuol dire che Pecco non sia in grado. Ha iniziato molto bene, poi ha avuto un incidente che lo ha tenuto fuori per diverse gare e a Misano ha fatto due gare spettacolari. Ha un po' meno esperienza in MotoGP, ma ci aspettiamo grandi cose anche da lui".

"Miller però forse è quello che ha le carte in regola per essere protagonista del campionato fin da subito. Speriamo però che lo siano anche gli altri nostri piloti".

Infine, gli è stato domandato dei commenti molto critici che ha rilasciato Dovizioso dopo aver lasciato Borgo Panigale. Parole che hanno fatto male, dopo una bella storia durata ben 8 anni, ma che ormai fanno parte del passato per la Ducati.

"E' ovvio che le parole di Andrea non possono aver fatto piacere, ma siamo concentrati su quest'anno e sul futuro. Di Andrea ci piace ricordare i bei momenti che abbiamo vissuto, le 14 vittorie che abbiamo ottenuto insieme".

"E' il pilota più vincente su una Ducati dopo Casey Stoner e questo resterà scritto nella storia per sempre. Adesso però abbiamo voltato pagina, stiamo pensando al futuro ed abbiamo introdotto delle forze fresche, quindi siamo concentrati su questo", ha concluso.

Luca Marini e Enea Bastianini, Esponsorama Racing con Luigi Dall'Igna, Ducati General Manager, Raul Romero, Esponsorama Racing Team and Paolo Ciabatti, Ducati Direttore Sportivo

Luca Marini e Enea Bastianini, Esponsorama Racing con Luigi Dall'Igna, Ducati General Manager, Raul Romero, Esponsorama Racing Team and Paolo Ciabatti, Ducati Direttore Sportivo

Photo by: Ducati Corse

condividi
commenti
Guintoli: "Il congelamento è un bene per la Suzuki"

Articolo precedente

Guintoli: "Il congelamento è un bene per la Suzuki"

Articolo successivo

Il Rookie of the Year può scalare le gerarchie in Ducati

Il Rookie of the Year può scalare le gerarchie in Ducati
Carica i commenti