Ciabatti: "Marini in Avintia? Dipende da Romero e Rabat"

condividi
commenti
Ciabatti: "Marini in Avintia? Dipende da Romero e Rabat"
Di:

Il direttore sportivo della Ducati non ha nascosto l'interesse per Luca, ma c'è un contratto tra Avintia e Tito Rabat, che quindi hanno il pallino nella vicenda.

Durante la conferenza stampa che ieri ha aperto il weekend del Gran Premio d'Emilia Romagna e della Riviera di Rimini, Valentino Rossi ha parlato della possibilità che suo fratello Luca Marini, attuale leader della Moto2, possa fare il salto verso la MotoGP approdando in Ducati Avintia.

"Ha parlato con la Ducati e c'è una possibilità di approdare in MotoGP con Avintia. La Ducati è un'ottima moto e si impegnano a fondo nel programma MotoGP, spingendo tanto sui piloti giovani. Se Luca potrà approdare in MotoGP e gareggiare per la Ducati sarà molto positivo per lui. Ma, come ho già detto anche altre volte, ora è importante che si concentri sul campionato di Moto2 per cercare di vincerlo, perché questo è l'aspetto più importante per lui prima dell'anno scorso" aveva detto Valentino.

Un assist che ha subito scatenato grandi voci di mercato, visto che solo una settimana fa era stato reso noto l'accordo per il prossimo anno tra la Casa di Borgo Panigale ed Enea Bastianini, con l'intenzione di andare a piazzare l'attuale pilota dell'Italtrans Racing in Moto2 proprio all'interno della compagine spagnola.

Il problema però è che al momento lo spazio per Marini sembra non esserci, visto che per il prossimo anno c'è già un contratto anche tra Tito Rabat e la squadra di Raul Romero, come ha spiegato molto bene Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati, intervenendo ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

Leggi anche:

"Quello che è certo è che il Team Avintia ha un accordo con Tito Rabat anche per il 2021, quindi un possibile inserimento di Luca Marini dipenderà dalla squadra e da Tito Rabat. Per quanto riguarda l'altro pilota, direi che non ci sono novità: l'obiettivo è metterci Enea Bastianini e lo annunceremo appena possibile. In questo momento c'è un po' di fermento intorno a questa situazione, che verrà risolta entro la gara di Barcellona" ha spiegato Ciabatti.

"Io credo che Luca stia facendo un grande lavoro, che stia facendo un campionato straordinario. Meriterebbe di passare in MotoGP il prossimo anno, ma i contratti sono tra Rabat e Raul Romero, quindi se questa cosa dovrà avere un'evoluzione diversa lo dovranno decidere loro, perché sono loro che si sono accordati anche per il 2021" ha aggiunto.

Intanto nei prossimi giorni dovrebbe avvenire la definizione della squadra ufficiale, con Pecco Bagnaia che sembra il grande favorito per andare ad affiancare il già annunciato Jack Miller e prendere il posto di Andrea Dovizioso. Johann Zarco invece sembra destinato a saltare nel Pramac Racing.

"Abbiamo le idee chiare, ma abbiamo deciso di aspettare il rientro di Bagnaia, che è stato fantastico. A cavallo del Gran Premio di Catalogna annunceremo sia la formazione ufficiale che quella di Pramac".

Iannone: "Sicuro che presto tornerò in moto. Aprilia mi aspetta"

Articolo precedente

Iannone: "Sicuro che presto tornerò in moto. Aprilia mi aspetta"

Articolo successivo

Honda, piove sul bagnato: si ferma anche Stefan Bradl

Honda, piove sul bagnato: si ferma anche Stefan Bradl
Carica i commenti