Bryan Toccaceli nuovo coach MX della VR46 Riders Academy

Il biker sammarinese, costretto su una sedia a rotelle da un incidente avvenuto nel 2018, seguirà gli allievi dell'amico Valentino Rossi negli allenamenti sulle moto da cross.

Bryan Toccaceli nuovo coach MX della VR46 Riders Academy

Bryan Toccaceli prosegue il suo percorso di recupero dal brutto incidente di maggio del 2018, quando al crossodromo di Baldasserona si procurò la frattura di due vertebre cervicali, che ora lo costringe su una sedia a rotelle. Nonostante il calvario che ne è seguito, non ha mai perso la passione per le due ruote. Anzi, è diventato grande amico di Valentino Rossi ed assiduo frequentatore del Ranch di Tavullia.

Qualche giorno fa, sia lui che il "Dottore" avevano pubblicato dei post sui rispettivi social network che li ritraevano durante un allenamento di motocross. Ora questo non sarà più solo svago per Bryan, ma diventerà un vero e proprio lavoro: seguirà i ragazzi della VR46 Riders Academy durante i loro allenamenti MX in qualità di Coach.

Bryan Toccaceli, coach VR46 Riders Academy con Franco Morbidelli

Bryan Toccaceli, coach VR46 Riders Academy con Franco Morbidelli

Photo by: VR46 Riders Academy

L'annuncio è stato dato proprio stamani dall'Academy, che ritiene che le sue indicazioni saranno fondamentali per aiutare i piloti a perfezionarsi nelle loro prestazioni e quindi per sfruttare al meglio il grande potenziale degli allenamenti MX.

"Sono felice ed onorato per questa nuova opportunità. La telefonata di Uccio e Carlo mi ha riempito di gioia e colgo l’occasione per ringraziarli di cuore ancora una volta. Mi impegnerò al massimo per fare un buon lavoro e sono certo che mi divertirò tanto con i ragazzi dell’Academy", ha commentato Toccaceli.

Bryan Toccaceli, coach VR46 Riders Academy con Niccolò Antonelli

Bryan Toccaceli, coach VR46 Riders Academy con Niccolò Antonelli

Photo by: VR46 Riders Academy

condividi
commenti
Lorenzo: "Rossi in Petronas scelta logica, ma mi ha sorpreso"

Articolo precedente

Lorenzo: "Rossi in Petronas scelta logica, ma mi ha sorpreso"

Articolo successivo

Paradosso WADA: 3 mesi per la cocaina e 4 anni a Iannone

Paradosso WADA: 3 mesi per la cocaina e 4 anni a Iannone
Carica i commenti