MotoGP
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
7 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
14 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
34 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
42 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
62 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
70 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
77 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
91 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
98 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
105 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
119 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
126 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

Brivio: "Nuovo Schwantz? Potenzialmente ne abbiamo due"

condividi
commenti
Brivio: "Nuovo Schwantz? Potenzialmente ne abbiamo due"
Di:
21 giu 2020, 15:53

Il team manager della Suzuki ha parlato con orgoglio della sua coppia di piloti, fresca di rinnovo, ma anche della possibilità che quest'anno la MotoGP diserti l'Asia.

Mentre il mercato piloti della MotoGP impazza, con la Honda prossima a portare a termine il colpo Pol Espargaro e con la KTM che sembra più che intenzionata a colmare il vuoto lasciato dallo spagnolo con Danilo Petrucci, la Suzuki ha definito i suoi piani con largo anticipo.

La Casa di Hamamatsu ha rinnovato fino al 2022 i contratti di Alex Rins e Joan Mir, coppia giovane che però ha già dimostrato di poter ambire a risultati importanti. E per l'ex iridato di Moto3, quattro anni con il team potrebbero anche non bastare, perché non ha nascosto il sogno di diventare una sorta di nuovo Kevin Schwantz per il marchio giapponese.

Ecco cosa ha detto Davide Brivio quando la cosa gli è stata segnalata durante una conferenza stampa virtuale, alla quale ha partecipato anche Motorsport.com.

"Il problema è che tutti vogliono essere Schwantz, quindi ne abbiamo due, perché abbiamo sia Alex Rins che Joan Mir. Devo dire che entrambi sono contenti di rimanere e che gli piacerebbe un rapporto lungo" ha detto Brivio.

"Anche noi speriamo di poter mantenere questa stabilità, perché credo che sia importante, ma anche perché abbiamo due piloti di talento, che possono inserirsi nel gruppo dei migliori, lottando per i podi e per le vittorie".

"Era il nostro obiettivo quando siamo partiti con questo progetto ingaggiando Rins, ma soprattutto quando abbiamo deciso di prendere anche Mir. Lì era stata più un'opportunità, perché aveva fatto solo un anno di Moto2, ma non ce lo volevamo lasciar scappare e quindi abbiamo anche un po' affrettato le cose".

Leggi anche:

"Siamo contenti, perché l'obiettivo era quello di avere due piloti capaci di riuscire ad inserirsi nella lotta per il podio e credo che lo stiamo ottenendo. Rins ha già vinto due gare e Mir credo che lo possa fare. Era il nostro obiettivo due anni fa, quindi sono contento che siamo su questa strada".

"Se Joan Mir vuole rimanere in Suzuki a lungo è il benvenuto e lo stesso vale anche per Alex Rins. Io spero di poter portare avanti questa squadra per tanti anni. Sarebbe una grande soddisfazione, perché sono convinto che sia una squadra forte".

A causa della pandemia del Coronavirus, la stagione 2020 non è ancora cominciata (scatterà il 19 luglio a Jerez) e il calendario al momento prevede 13 appuntamenti tutti in Europa. In Asia si andrà solamente se ci sarà la possibilità di aprire al pubblico. E' già certo però che non si correrà in Giappone, anche se per Brivio non è il caso di fare drammi per questo.

"Questo è un anno speciale, nel quale bisogna accontentarsi della situazione. Correre solo in Europa non è la situazione ideale in condizioni normali. In una situazione come questa, con la pandemia del Coronavirus e tutto quello che sta succedendo, diciamo che hanno trovato una buona soluzione. Se non riusciremo ad andare in Asia, pazienza".

"Sarebbe già importante riuscire a fare tutte le gare in Europa, anche se in realtà sarà un prodotto televisivo, non essendo possibile aprire gli autodromi al pubblico. Ma ripeto, è un anno speciale e devo dire che nelle riunioni che abbiamo avuto con Dorna e con i costruttori c'è stata una grande disponibilità da parte di tutti, per cercare di organizzare questo campionato e portarlo a termine, chiaramente trovando qualche compromesso" ha concluso.

Articolo successivo
Alex Crivillé: “Sono Viñales e Quartararo i rivali di Marquez"

Articolo precedente

Alex Crivillé: “Sono Viñales e Quartararo i rivali di Marquez"

Articolo successivo

Il manager di Pol Espargaro ammette: "Non abbiamo piano B"

Il manager di Pol Espargaro ammette: "Non abbiamo piano B"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Kevin Schwantz , Joan Mir Mayrata
Team Team Suzuki ECSTAR
Autore Marco Congiu