Binder penalizzato per l'incidente con Miller

Brad Binder dovrà scontare una long lap penalty in occasione del Gran Premio d'Europa a causa dell'incidente con Jack Miller in occasione del primo giro del GP di Teruel.

Binder penalizzato per l'incidente con Miller

Il pilota della KTM e quello della Ducati Pramac scattavano dalla quinta fila nella seconda gara a Motorland Aragon, ma dopo poche centinaia di metri, alla curva 2, il sudafricano ha tamponato l'australiano.

Entrambi sono caduti a causa dell'incidente, ma ne sono usciti incolumi.

L'incidente è stato messo subito sotto investigazione e il collegio dei commissari della FIM ha inflitto a Binder una long lap penalty da scontare durante il Gran Premio d'Europa, che si disputerà a Valencia l'8 novembre.

Da parte sua, Binder si è scusato con Miller per l'incidente ed ha spiegato di non aver "tenuto conto" del fatto che il gruppo sarebbe stato così compatto.

"Ho fatto una partenza abbastanza buona, ero all'interno della curva 1 e quando ho cambiato direzione alla curva 2 stavo entrando come se fosse un giro normale, ma c'erano tante moto all'interno" ha detto Binder.

Leggi anche:

"E' stato un grosso errore da parte mia e mi dispiace molto di aver spazzato via anche Jack. E' la seconda volta volta che lo faccio quest'anno (la prima con Miguel Oliveira a Jerez) e non va bene. Ma cosa ci posso fare? Ormai è andata, mi spiace solo per Pramac e per Jack per avergli incasinato la gara".

I due piloti si sono abbracciati subito dopo l'incidente, con Miller che ha detto di non avere niente contro Binder, perché sono cose che possono capitare.

"Mi sono alzato in piedi perché sapevo di essere stato colpito e che non era un normale highside" ha spiegato Miller.

"Ho visto Brad e ho pensato: 'Ma che cazzo, Brad?'. Mi sono tolto il casco mentre stavamo uscendo dalla ghiaia e gli ho chiesto cosa fosse successo. Lui mi ha detto: 'Non lo so amico, ma mi dispiace'".

"Non preoccuparti" gli ho detto. "Questo sono le gare, soprattutto qui, con una curva così stretta. Gli ho chiesto cosa fosse successo, ma probabilmente non lo sapeva. Probabilmente io sono stato solo sfortunato ad essere lì".

"L'abbiamo fatto tutti, è capitato anche a me, quindi non me ne starò qui a maledirlo. Ormai è andata così".

Jack Miller, Pramac Racing and Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing crash

Jack Miller, Pramac Racing and Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing crash

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Dovizioso: "Le nostre chance ora sono quasi zero"
Articolo precedente

Dovizioso: "Le nostre chance ora sono quasi zero"

Articolo successivo

Crutchlow: “Ho sentito uno strappo alla spalla, sono preoccupato”

Crutchlow: “Ho sentito uno strappo alla spalla, sono preoccupato”
Carica i commenti