Bastianini: “Devo lavorare sul mio stile di guida con la Ducati”

Enea Bastianini ha esordito in MotoGP nello shakedown, per poi proseguire il lavoro nella seconda giornata di test in Qatar, dove si sta confrontando con gli altri piloti della classe regina. Una caduta nelle fasi iniziali non ha condizionato il lavoro svolto per adattarsi alla nuova categoria.

Bastianini: “Devo lavorare sul mio stile di guida con la Ducati”

I test di Losail hanno segnato il debutto di Enea Bastianini in MotoGP, è sceso in pista già nella giornata dello shakedown, per poi tornare in sella alla Ducati del team Esponsorama nel secondo giorno di test, in cui hanno partecipato anche tutti gli altri piloti titolari.

L’esordio di Bastianini è stato positivo, ha concluso il primo giorno come migliore dei rookie nonostante la paura iniziale per un risultato falso positivo al Covid. Il campione del mondo Moto2 si è mostrato a suo agio con la Desmosedici GP ed è rimasto anche davanti al collaudatore ufficiale Michele Pirro. Nella seconda giornata non è andato oltre il 20esimo tempo, ma ha continuato a lavorare sull’adattamento alla MotoGP, di cui fa un bilancio positivo, nonostante una caduta senza conseguenze nelle fasi iniziali alla Curva 2.

Com’è andata la giornata? Che sensazioni hai avuto in pista?
“È stata una giornata fantastica per me, non è iniziata al meglio perché sono caduto dopo un giro. Ma a metà sessione il feeling con la moto era buono, ho fatto dei giri buoni. Ho visto anche molti piloti più veloci, Maverick, Jack, ho visto molte traiettorie in pista, devo lavorarci, ma sono contento della mia seconda giornata”.

Hai sentito qualche differenza tra lo shakedown e la seconda giornata di test?
“Sicuramente l’energia, perché nella prima giornata ho speso molta energia, invece nel secondo giorno mi sono controllato da questo punto di vista. Anche il mio stile è cambiato, ma dobbiamo lavorare molto, perché tutti i piloti hanno stili diversi, anche nella stessa Ducati. Lo stile di Ducati è diverso, comparati con Yamaha e altre moto”.

Stai vedendo anche in base agli altri piloti Ducati come migliorare?
"Devo lavorare molto sul mio stile, ho visto tanti piloti Ducati, la mia frenata è buona, quando freno è come Jack e Pecco. Ma la cosa più difficile è il gas, perché sono lento a metà curva. Devo migliorare dalla metà all’uscita, perché sono più aggressivo rispetto a Pecco e Jack e con questa moto bisogna essere più gentili".

Leggi anche:

Hai un coach?
“No, ma guardiamo un po’ i dati. Se fosse possibile, sarebbe meglio averlo, però va bene lo stesso”.

Hai seguito qualche pilota in pista, a parte i ducatisti?
“Ho visto Fabio Quartararo, Oliveira, poi un po’ Mir. Devo dire che si vede tanto la differenza da una moto all’altra. Io devo guidare in un modo per andare forte, mentre loro guidano in un altro modo. Alla fine dove ho fatto meno fatica è stato seguendo piloti Ducati, perché comunque fanno le mie stesse linee bene o male, l’unica cosa che cambia è il rapporto con il gas, io sono ancora brusco, cattivo, loro sono più soffici, quindi devo lavorare in quell’area”.

Quali sono state le prime cose che hai pensato nello shakedown? Ti sei già ambientato nei box?
“La prima cosa che ho pensato è ‘quanto cavolo va forte’, perché non mi aspettavo una potenza tale. È tanta, soprattutto la velocità della cambiata. Sembra che ogni volta che cambi marcia ci sia uno da dietro che ti tiri un calcio. È una sensazione che non avevo mai provato, è stati bellissimo. Il lavoro nel box è cambiato molto, ci sono molti più particolari di cui dobbiamo tenere conto, a partire dall’elettronica che, a differenza della Moto2, puoi gestirla curva per curva. Ho iniziato a capirci qualcosa alla fine della sessione, sicuramente mi serviranno tutti questi altri quattro giorni di test per migliorare”.

Spiegaci la caduta...
“Sono caduto alla Curva 2, dove penso cadano tutti prima o poi. Era il mio primo giro, ho perso l’anteriore, avevo messo una gomma più dura rispetto al primo giorno per partire, però sono arrivato con la ruota un po’ in impennata e quando sono andato a toccare il freno abbastanza aggressivo mi si è chiuso”.

Ti sei già confrontato con Luca Marini?
“In realtà ancora non ci siamo parlati molto, forse un po’ prima. Sicuramente in futuro lo faremo, ma ora siamo agli inizi, dobbiamo cercare di capire più da altri piloti che tra di noi”.

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
1/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Le moto di Enea Bastianini, Esponsorama Racing e Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini

Le moto di Enea Bastianini, Esponsorama Racing e Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini
2/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
3/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
4/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
5/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
6/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
7/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
8/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing, prove di partenza

Enea Bastianini, Esponsorama Racing, prove di partenza
9/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
10/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
11/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
12/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
13/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
14/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
15/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
16/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
17/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Quartararo: "Mi piace la responsabilità del team factory"

Articolo precedente

Quartararo: "Mi piace la responsabilità del team factory"

Articolo successivo

Tecnica Aprilia: nei segreti della RS-GP 2021

Tecnica Aprilia: nei segreti della RS-GP 2021
Carica i commenti