Bastianini: “Abbiamo lo stesso passo dei piloti davanti”

Enea Bastianini conquista la nona posizione in griglia ad Aragon dopo aver conquistato l’accesso diretto in Q2 per la prima volta in MotoGP. Il pilota Esponsorama è fiducioso in vista della gara e punta a migliorare il risultato del sabato.

Bastianini: “Abbiamo lo stesso passo dei piloti davanti”

La Ducati si è mostrata inarrestabile sul tracciato di Aragon, arrivando quasi a monopolizzare la prima fila con il team ufficiale, ma anche Enea Bastianini si è messo in luce al Motorland, che considera ormai come la sua pista talismano. Il pilota del team Esponsorama ha iniziato il weekend con il piede giusto e ha centrato la prima Q2 in MotoGP.

La seconda e decisiva fase di qualifica era sfuggita in diverse occasioni, ma Aragon è stato teatro della sua prestazione migliore al sabato e nella gara di domani scatterà dalla nona casella. Bastianini conquista così la top 10 su uno dei tracciati che preferisce già da quando correva nelle classi minori e racconta le sensazioni provate: “Aragon per me è sempre stata speciale, anche in Moto3 e lo scorso anno in Moto2. Ma con la MotoGP è diverso, perché tutti i piloti sono competitivi ed è difficile essere veloce come tanti. Alla fine però è stato buono per me aver conquistato la nona posizione, è fantastico”.

“È bello, perché comunque quando ce la fai per la prima volta è sempre tutto nuovo, tutto da scoprire. Infatti ero un po’ teso all’inizio della qualifica, perché volevo far bene. Sono riuscito a fare un buon tempo, era abbastanza buono, ma credo che avrei anche potuto fare molto meglio. Purtroppo sbaglio ancora l’ultima curva, non ho ancora trovato la linea corretta con la MotoGP. Quindi, una volta che riusciamo a mettere a posto quella curva lì siamo in linea con gli altri”.

 

Il campione Moto2 in carica punta a migliorare il risultato del sabato durante la gara, consapevole del fatto che la domenica riesce sempre ad avere qualcosa in più rispetto alle qualifiche: “Parto dalla nona posizione e voglio fare di più, perché ho un buon passo e soprattutto per me è semplice conservare le gomme all’inizio. Per me la qualifica è sempre complicata. La gara è più semplice, perché posso gestire le gomme per averle buone al momento giusto e anche domani sarà importante, perché la soft è davvero competitiva, ma anche il drop sarà importante. Quindi vedremo cosa possiamo fare domani, penso che abbiamo lo stesso passo dei ragazzi davanti”.

Come la maggior parte dei piloti sulla griglia, Bastianini punta all’opzione soft al posteriore in gara, dove ritiene importante giocare di strategia: “Sicuramente è importante la strategia, perché abbiamo rivalutato tutti la soft al posteriore, che inizialmente sembrava una gomma che proprio non si potesse usare, invece sembra funzionare meglio delle altre, quindi domani credo che più di ¾ dei piloti punteranno su quella. Invece davanti è un po’ più in dubbio, perché sia la hard sia la media vanno abbastanza bene, hanno tutte e due pro e contro, quindi ancora non è del tutto chiaro”.

 “In realtà io ho voluto provare la media al posteriore – prosegue – quindi ero entrato con la media nuova per cercare di capire di quanto fosse differenza di tempo rispetto a una soft usata. Non mi è piaciuta da subito, quindi ho fatto pochi giri e mi sono fermato. Abbiamo messo solo una soft più usata ed è andata molto meglio. Quindi credo che sul posteriore non avremmo grossi dubbi”.

condividi
commenti
Marquez: “Ora non sono in grado di salvare le cadute”

Articolo precedente

Marquez: “Ora non sono in grado di salvare le cadute”

Articolo successivo

Fotogallery MotoGP: le Qualifiche del GP di Aragon

Fotogallery MotoGP: le Qualifiche del GP di Aragon
Carica i commenti