Bagnaia: "Silverstone meno adatta a Ducati, ma ci proveremo"

Sulla carta, il tracciato britannico non è troppo favorevole alla Desmosedici GP, ma il pilota italiano ci arriva secondo nel Mondiale e quindi vuole proseguire sull'onda della bella gara fatta in Austria. Miller invece deve riscattare la doppietta deludente del Red Bull Ring e in passato è andato forte a Silverstone.

Bagnaia: "Silverstone meno adatta a Ducati, ma ci proveremo"

Dopo il doppio appuntamento in Austria, il Ducati Lenovo Team è pronto a tornare in pista oltremanica per il terzo Gran Premio del Campionato Mondiale MotoGP 2021 in programma nel mese di agosto: il GP di Gran Bretagna.

Ad ospitare il dodicesimo round della stagione sarà lo storico Circuito di Silverstone che, con i suoi 5,9 km, è la pista più lunga presente in calendario. Situato dove originariamente sorgeva un aeroporto della Seconda Guerra Mondiale, il veloce tracciato di Silverstone è tornato ad ospitare la MotoGP nel 2010, mentre il primo GP fu disputato qui nel 1977. Sul circuito britannico Ducati conta al momento un totale di tre podi, tra il quale spicca una vittoria, ottenuta nel 2017 da Andrea Dovizioso.

Pecco Bagnaia, reduce da un ottimo secondo posto nell’ultimo GP d’Austria, arriva in Inghilterra determinato a mantenere il trend positivo e continuare a sommare punti importanti per la classifica generale che lo vede secondo a 47 punti dal leader Quartararo.

"Nell’ultima gara al Red Bull Ring, in Austria, siamo andati ancora una volta molto vicini alla vittoria e questo è la conferma che stiamo lavorando bene. Ora siamo secondi in campionato ed è molto importante continuare ad essere costanti per riuscire ad avvicinarci il più possibile alla vetta della classifica", ha detto Bagnaia.

"Silverstone è una pista meno favorevole alle caratteristiche della nostra moto rispetto al tracciato di Zeltweg ma, se ci concentreremo fin dalle libere del venerdì, potremo essere competitivi. Come sempre qui in Inghilterra il meteo avrà un ruolo importante, perciò bisognerà essere pronti ad adattarsi a qualsiasi condizione della pista", ha aggiunto.

Anche Jack Miller, quinto attualmente in campionato, punta a tornare in lotta per le prime posizioni dopo due fine settimana difficili in Austria.

"Le ultime due gare in Austria non sono andate esattamente come speravamo, perciò arriviamo a Silverstone determinati a voltare pagina e ad ottenere un buon risultato. Nel 2019, nell’ultimo GP disputato qui, ero riuscito ad ottenere la partenza dalla prima fila e sentivo di poter fare bene in gara, ma purtroppo un problema non me lo ha permesso. In Inghilterra il meteo è sempre incerto, perciò bisognerà lavorare sodo fin dalle prime sessioni per arrivare pronti ad affrontare la gara di domenica in qualsiasi circostanza", ha detto Miller.

Dopo i primi undici appuntamenti della stagione 2021, Ducati è prima nella classifica costruttori, mentre il Ducati Lenovo Team occupa la seconda posizione nella classifica riservata alle squadre.

Jack Miller, Ducati Team

Jack Miller, Ducati Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Simulazione MotoGP: ecco tutte le insidie di Silverstone

Articolo precedente

Simulazione MotoGP: ecco tutte le insidie di Silverstone

Articolo successivo

Taramasso: "La carcassa per l'Austria forse è stata troppo selettiva"

Taramasso: "La carcassa per l'Austria forse è stata troppo selettiva"
Carica i commenti