MotoGP
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
WU in
02 Ore
:
27 Minuti
:
39 Secondi

Bagnaia: "Mi sono tolto un peso, ma che fastidio quei 0"055"

condividi
commenti
Bagnaia: "Mi sono tolto un peso, ma che fastidio quei 0"055"
Di:
27 ott 2019, 07:21

Il pilota della Ducati Pramac ha fatto la sua gara più bella in MotoGP a Phillip Island, recuperando dal 15esimo al quarto posto. Peccato solo per i 55 millesimi che lo hanno separato dal podio...

Pecco Bagnaia è stato la grande rivelazione del Gran Premio d'Australia. Pur scattando dalla 15esima posizione, il pilota della Ducati Pramac è riuscito per la prima volta a battagliare per le posizioni di vertice anche in MotoGP e alla fine ha visto sfumare il podio per appena 55 millesimi a favore del compagno di squadra Jack Miller.

E' normale quindi che le sensazioni siano contrastanti per il campione uscente della classe Moto2, che da una parte è soddisfatto per la prima gara da protagonista nella classe regina, ma dall'altra rosica per quei pochi millesimi che gli sono costati il primo piazzamento a podio nella classe regina.

"Sembra assurdo, ma questi 55 millesimi mi danno fastidio. Ero lì, ma purtroppo non ero fortissimo alla curva 10. Partivo indietro ed ho spinto molto per tornare sul gruppo. Poi il gruppo ha un po' alzato il ritmo e ne ho approfittato per mettermi davanti, ma non è bastato" ha detto Bagnaia.

Leggi anche:

"Però posso solo che essere contento, perché è stato il primo weekend solido dall'inizio alla fine e sono stato la seconda delle Ducati, che è sempre importante. Anche se abbiamo girato poco, abbiamo fatto pochi cambiamenti sulla moto ed abbiamo azzeccato subito la scelta delle gomme. Abbiamo lavorato molto bene questo weekend" ha aggiunto.

Quando gli è stato domandato se partendo più avanti del 15esimo posto in griglia avrebbe potuto fare di più, Pecco è parso dubbioso, anche se sembra convinto che questa gara possa finalmente portargli un click importante, perché gli ha permesso di togliersi un bel peso di dosso.

"Purtroppo alla prima curva Kallio mi è venuto addosso e mi ha fatto perdere un po' di tempo, ma non credo che le cose sarebbero cambiate più di tanto se fossi partito più avanti. Il quarto posto è comunque importante e sicuramente arriveremo in Malesia, su una pista che mi piace molto e su cui ho già guidato con la MotoGP, con un'altra mentalità. Questa gara ci ha tolto molto peso di dosso".

 

Lo stesso Pecco ha ammesso che non si aspettava una rimonta del genere, pur essendo conscio di avere un buon ritmo: "Sia nella FP2 che nel Warm-Up siamo andati bene, avevamo un buon passo con le gomme da gara. In qualifica non sono riuscito a fare il giro perfetto, perché Rabat mi ha ostacolato perché non mi aveva visto. Questo mi ha fatto partire un po' indietro. Il ritmo ce l'avevamo, ma non mi aspettavo di poter recuperare così tanto. E' stato bello anche comandare il gruppo del podio per un po' di giri. Se solo non fossi stato così scarso alla curva 10, forse ce l'avrei fatta".

Infine, ha ribadito di essere fiero per i suoi progressi, anche se sicuramente una pista di percorrenza come Phillip Island lo ha aiutato particolarmente: "Ci sono state un po' troppe cadute ed un po' di complicazioni che in MotoGP ci stanno. Come ho detto un po' di gare fa, ci stiamo avvicinando. I nostri passi avanti magari non si vedono tanto, ma ci sono. Questa è una pista che si addice al mio stile di guida, perché c'è molta percorrenza e la differenza l'abbiamo fatta lì".

Scorrimento
Lista

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
1/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
3/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Niccolo Antonelli, SIC58 Squadra Corse, Francesco Bagnaia, Pramac Racing, Marco Bezzecchi, Tech 3

Niccolo Antonelli, SIC58 Squadra Corse, Francesco Bagnaia, Pramac Racing, Marco Bezzecchi, Tech 3
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing, Marco Bezzecchi, Tech 3

Francesco Bagnaia, Pramac Racing, Marco Bezzecchi, Tech 3
9/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marco Bezzecchi, Tech 3, Francesco Bagnaia, Pramac Racing, Niccolo Antonelli, SIC58 Squadra Corse

Marco Bezzecchi, Tech 3, Francesco Bagnaia, Pramac Racing, Niccolo Antonelli, SIC58 Squadra Corse
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Articolo successivo
Márquez: “Sapevo di voler provare un solo sorpasso alla fine”

Articolo precedente

Márquez: “Sapevo di voler provare un solo sorpasso alla fine”

Articolo successivo

Viñales: “Meglio cadere che arrivare secondo”

Viñales: “Meglio cadere che arrivare secondo”
Carica i commenti