MotoGP
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Evento in corso . . .
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
6 giorni
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
76 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
90 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
104 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
119 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
126 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
139 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
147 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
153 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
168 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
175 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
182 giorni

Bagnaia: "La Ducati è una moto sincera, ma quando parte fai fatica a tenerla"

condividi
commenti
Bagnaia: "La Ducati è una moto sincera, ma quando parte fai fatica a tenerla"
Di:
27 giu 2019, 13:15

Il pilota del Pramac Racing è reduce da quattro ritiri consecutivi, quindi spera di chiudere questa striscia negativa ad Assen, che è una delle sue piste preferite. Pecco ha spiegato anche che sta lavorando per migliorare la percorrenza della sua Desmosedici GP.

Pecco Bagnaia ci scherza sopra, ma la bandiera a scacchi sta diventando quasi un'ossessione. "Non mi ricordo più di che colore sia", ha detto il pilota della Ducati Pramac al suo arrivo ad Assen, pista che ha tatuato anche sulla sua pelle, perché gli ha regalato la prima vittoria nel Mondiale, e che spera possa mettere fine ad una serie di quattro zero consecutivi.

Domandandogli se quindi l'obiettivo per il weekend è concludere la gara, Pecco è stato molto pragmatico nella sua risposta: "Non lo dico più. Devo stare zitto e provare ad arrivare alla fine. Basta. Dico solo questo, perché altrimenti ogni volta dico la stessa cosa e ultimamente sta finendo sempre nello stesso modo".

Sulle cause delle troppe cadute avvenute nelle ultime gare non sembra avere grossi dubbi: lui tende a spingere molto sull'anteriore e quando va oltre il limite, ecco che succede il patatrac. 

Leggi anche:

"Penso che la Ducati sia una moto abbastanza sincera, che però quando parte fai fatica a tenerla. Nelle ultime quattro gare, tre volte sono caduto per colpa mia, mentre in una sono stato sfortunato. Al Mugello ci stava un po' di più, perché sono caduto spingendo. A Barcellona sapevo che le gomme si sarebbero consumate, quindi non sono stato a spingere da subito, però sono caduto lo stesso" ha spiegato il campione del mondo in carica della Moto2.

"Per come guido io, carico sempre tanto la gomma davanti. Poi è chiaro che arriva ad un limite e, se vai oltre, finisce che cadi. E' una cosa su cui stiamo lavorando e ai test abbiamo fatto un passo avanti da questo punto di vista. Ricominciamo da lì" ha aggiunto.

Se non altro, il suo stile di guida differente da quello dei piloti ufficiali sta permettendo alla Ducati di fare progressi sul fronte della percorrenza di curva, perché la sua Desmosedici GP si è avvicinata molto alle sue esigenze nell'arco di questa stagione.

"Sicuramente di guida devo imparare tante cose, ma è più una questione di set-up. La mia moto è un po' diversa da quelle di Petrucci e Dovizioso: loro guidano frenando ed accelerando forte, mentre io prediligo un po' di più la percorrenza. Mi piace di più così e la nostra non sembrava una moto adatta a questo stile di guida, ma siamo riusciti ad adattarla".

"Ci sono ancora dei punti su cui dobbiamo lavorare, ma sicuramente abbiamo fatto dei passi avanti nei test e ora la moto mi permette di fare molta più percorrenza rispetto all'inizio dell'anno" ha concluso.

Informazioni aggiuntive di Mark Bremer

Scorrimento
Lista

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
6/15

Foto di: Miquel Liso

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Articolo successivo
Vinales: "Il Mondiale ormai è andato, ma ad Assen saremo competitivi"

Articolo precedente

Vinales: "Il Mondiale ormai è andato, ma ad Assen saremo competitivi"

Articolo successivo

Dovizioso: "Continuerò io a valutare il nuovo telaio Ducati qui ad Assen"

Dovizioso: "Continuerò io a valutare il nuovo telaio Ducati qui ad Assen"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Olanda
Location Assen
Piloti Francesco Bagnaia
Team Alma Pramac Racing
Autore Matteo Nugnes