MotoGP
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Evento in corso . . .
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
61 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
96 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
111 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
118 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
131 giorni
23 ott
-
25 ott
Canceled
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
145 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
160 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
167 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
174 giorni

Bagnaia: "Il time attack mi ha stupito, non pensavo di fare un tempo così!"

condividi
commenti
Bagnaia: "Il time attack mi ha stupito, non pensavo di fare un tempo così!"
Di:
31 mag 2019, 15:28

Il pilota del team Pramac è stato la sorpresa di giornata grazie al miglior tempo ottenuto nelle FP2. Pecco ha affermato di aver trovato un ottimo feeling all'anteriore grazie ad una modifica di set up effettuata al pomeriggio.

1’46’’732, un crono resterà impresso a lungo nella memoria di Francesco Bagnaia. Il rookie del team Pramac, infatti, ha stupito tutti al termine delle FP2 centrando il miglior riferimento di giornata e riuscendo, per la prima volta in stagione, a mettere il proprio autografo in cima alla classifica dei tempi.

Pecco è stato protagonista di una ottima progressione tra le FP1 e le FP2 ed è riuscito ad occupare il vertice della classifica nei secondi finali della sessione riuscendo a precedere un altro rookie di lusso, Fabio Quartararo, per appena 46 millesimi.

Leggi anche:

Al termine di questo venerdì di prove, Bagnaia non ha nascosto la soddisfazione per essere riuscito ad ottenere il miglior tempo ed ha affermato come questo risultato non sia stato un caso, ma derivi dal grande lavoro compiuto in occasione dello scorso appuntamento di Le Mans.

“In Francia avevamo svolto un bel lavoro, ma non ha pagato perché la gara è durata poco. Tuttavia siamo stati più competitivi del solito è questa è stata una nota positiva. Il gran feeling che ho avuto lì mi ha consentito di essere subito in forma sin dal primo turno”.

Bagnaia ha poi spiegato il lavoro compiuto dal team che gli ha consentito di migliorarsi nettamente tra le FP1 e le FP2. Il pilota del team Pramac ha evidenziato come i suoi tecnici abbiano modificato il set up della Ducati per consentirgli di avere un feeling decisamente migliore all’anteriore.

“Quando arrivi al Mugello devi prendere un attimo le misure al tracciato dato che è una delle piste più difficili e veloci del Mondiale. Se non avessi commesso un errore nell’ultimo giro sarei riuscito a raggiungere la top ten già al mattino. Il grande passo in avanti lo abbiamo compiuto al pomeriggio. Abbiamo effettuato alcune prove di assetto che mi hanno consentito di avere maggiore fiducia all’anteriore”.

Aver raggiunto la vetta della classifica dei tempi non ha sorpreso soltanto addetti ai lavori e pubblico, ma anche lo stesso Bagnaia…

“Quello che mi ha stupito è stato il time attack. Non mi aspettavo di fare un tempo così. Ho soltanto spinto di più ed è arrivato”.

Pecco, infine, è tornato sulla crescita apparsa evidente sin da Le Mans ed ha evidenziato come l’aver trovato una migliore confidenza con l’anteriore della sua Ducati lo abbia aiutato a guidare in un modo a lui più convenzionale. Adesso è fondamentale riuscire a concludere la gara per accumulare chilometri importanti per comprendere meglio la motor.

“Il feeling che ho dallo scorso appuntamento di Le Mans è quello che cercavo dall’inizio dell’anno e finalmente è arrivato e penso che d’ora in avanti l’inizio dei weekend sarà un po’ più costante”.

“Era da inizio stagione che volevo un feeling maggiore all’anteriore e finalmente ci siamo arrivati. Quello che ci manca è finire le gare. Le ultime due si sono concluse dopo sei giri e sarà molto importante portare a termine questa del Mugello per ottenere il maggior numero di dati ed aumentare la confidenza con questa moto”.

Informazioni aggiuntive di Matteo Nugnes

Scorrimento
Lista

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini
1/7

Foto di: Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini
2/7

Foto di: Pramac Racing

Svelata Pramac Racing Livrea Lamborghini

Svelata Pramac Racing Livrea Lamborghini
3/7

Foto di: Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini
4/7

Foto di: Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini
5/7

Foto di: Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini

Francesco Bagnaia, Pramac Racing Livrea Lamborghini
6/7

Foto di: Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
7/7

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Articolo successivo
MotoGP, Mugello, Libere 2: festa rookie con Bagnaia e Quartararo, flop Dovi e Rossi

Articolo precedente

MotoGP, Mugello, Libere 2: festa rookie con Bagnaia e Quartararo, flop Dovi e Rossi

Articolo successivo

Petrucci: "Marquez si è nascosto, domenica sarà lui il problema più grande"

Petrucci: "Marquez si è nascosto, domenica sarà lui il problema più grande"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Italia
Sotto-evento FP2
Piloti Francesco Bagnaia
Team Alma Pramac Racing
Autore Marco Di Marco