Bagnaia: “Funziona tutto da subito, proprio come ad Aragon”

Pecco Bagnaia è terzo nella classifica combinata del venerdì di Misano, ma è considerato uno dei grandi favoriti per la gara di domenica. Il pilota Ducati è estremamente soddisfatto della sua prima giornata e ricorda di sentirsi come ad Aragon, dove ha trovato la sua prima affermazione mondiale.

Bagnaia: “Funziona tutto da subito, proprio come ad Aragon”

Era uno dei piloti più attesi a Misano e non ha deluso le aspettative nel venerdì di prove libere: Pecco Bagnaia non ha dominato la classifica dei tempi ma ha mostrato un ottimo passo e una grande competitività. Terzo la mattina e secondo il pomeriggio, si presenta al sabato con il terzo crono nella combinata e appare efficace sia su pista asciutta sia sul bagnato.

Il weekend di casa inizia con il piede giusto per il pilota Ducati, che proprio in questo modo aveva cominciato il Gran Premio di Aragon, dove la scorsa settimana ha trionfato. Il venerdì romagnolo ha regalato entrambe le condizioni meteo che si potrebbero trovare durante tutto il fine settimana, ma Pecco si sente abbastanza sicuro in entrambi i casi: “Sono felice per oggi, perché è sempre bello quando inizi il weekend e parti bene già dalle FP1, come la settimana scorsa. Ovviamente sarebbe stato meglio fare più giri sull’asciutto per prendere fiducia, ma abbiamo visto che siamo forti e competitivi anche sul bagnato. Io preferisco l’asciutto, ma siamo forti in entrambe le condizioni”.

Il Gran Premio di San Marino sarà un’ottima occasione per rosicchiare qualche punto a Fabio Quartararo, leader della classifica con 53 punti di vantaggio su Pecco ma in difficoltà in questo venerdì di libere. Il pilota Ducati però non lo tiene fuori dalla lotta, anzi: “Penso che per lui sia un normale venerdì di lavoro. Alla fine tutti sappiamo che la Yamaha fa un po’ fatica quando la pista è bagnata rispetto a noi. Invece sull’asciutto abbiamo fatto un run, tra l’altro con la gomma soft davanti che io non digerisco, tantomeno Fabio secondo me. Non la vedo così grigia come sembra, penso che domani sarà davanti e che sarà uno dei più veloci domenica. Ovviamente bisognerebbe chiedere a lui, ma sono sicuro che Fabio lotterà con noi domenica e anche domani. È in testa al campionato e quando sei in vetta sei sempre pronto ad essere competitivo, quindi sono sicuro che domenica sarà davanti”.

Leggi anche:

Tuttavia, Bagnaia sarà un osso duro per il francese, vista la soddisfazione del proprio venerdì di preparazione alla sua gara di casa: “Io ho fatto il mio e siamo riusciti ad essere veloci in tutte le condizioni nonostante sul bagnato abbia dovuto mettere già una gomma media davanti perché con la soft, per come guido io, sono un po’ al limite. Stessa cosa sull’asciutto, facevo molta fatica a sfruttare il davanti della moto perché il bloccaggio era esagerato, quindi non sono riuscito ad essere troppo incisivo nella fase di ingresso sull’asciutto. Però i tempi che abbiamo fatto sono stati molto buoni e non mi aspettavo che in FP1 riuscissimo ad essere subito così competitivi ed è molto bello che sia così. Mi sento un po’ come ad Aragon, quando tutto funzionava da subito, quindi per me è molto positivo”.

“Noi abbiamo una grande opportunità – prosegue – ma perché questa è una delle mie piste preferite. Conosco benissimo tutto di questo tracciato, quindi sono pronto sul bagnato e sull’asciutto. Chiaramente sul bagnato abbiamo una possibilità maggiore di chiudere il gap, ma è anche più facile commettere un errore, quindi vedremo”.

A dispetto di essere uno dei piloti più attesi e da cui ci si aspetta una doppietta dopo il trionfo di Aragon, Bagnaia non sente la pressione di doversi ripetere per forza: “Alla fine quello a cui dobbiamo ambire noi è recuperare punti e dobbiamo cercare in tutti i modi di far sì che questo distacco si riduca molto, perché 53 punti sono tantissimi. Io penso più che altro a quello, poi se si bisserà il successo ovviamente sarò contentissimo. Però l’obiettivo principale è quello di recuperare punti e di fare il possibile per rosicchiarne il più possibile. Sarebbe bello ripetersi e cambierebbe ancora di più le cose secondo me. però è molto difficile da dire, non parto con l’idea di dover vincere a tutti i costi. Io parto pensando a recuperare punti, poi vedremo. Logicamente se vinci è il modo migliore per recuperarli, però bisognerà vedere”.

Uno sguardo veloce va poi ai test della prossima settimana, che avranno luogo sempre a Misano martedì e mercoledì. Bagnaia però preferisce concentrarsi prima sul weekend di gara: “Non cambia aver vinto prima della mia gara di casa, sarei stato felicissimo in ogni caso. Ma sicuramente vincere una gara una settimana prima del mio gran premio di casa rappresenta una motivazione extra. Sono sempre felice, dalla mattina alla sera e anche perché sto guidando a casa. Questa è la mia pista di casa e sono sempre felice quando guido qui. Per quanto riguarda i test, devo vedere il piano della giornata, perché vorrei vedere cosa faremo nei prossimi test, ma credo che avremo nuove cose da provare per il prossimo anno. Al momento mi concentro solo sul weekend e poi vedremo che lavoro dovremo fare martedì e mercoledì”.

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
1/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
2/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
3/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
4/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
5/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
6/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
7/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
8/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Morbidelli: "La MotoGP mi è sembrata come un’astronave!"

Articolo precedente

Morbidelli: "La MotoGP mi è sembrata come un’astronave!"

Articolo successivo

Quartararo: "Zero feeling con la Yamaha nelle curve veloci"

Quartararo: "Zero feeling con la Yamaha nelle curve veloci"
Carica i commenti