Bagnaia: "Dobbiamo marcare Quartararo nei primi giri"

Il pilota della Ducati ha chiuso il venerdì di Barcellona al quinto posto, ma crede di avere le carte in regola per fare una buona gara domenica, quando sarà fondamentale la gestione degli pneumatici e marcare nei primi giri la Yamaha di Quartararo.

Bagnaia: "Dobbiamo marcare Quartararo nei primi giri"

Pecco Bagnaia era sicuramente tra quelli che avevano una gran voglia di mettersi alle spalle il Mugello, non solo per la tragedia di Jason Dupasquier, ma anche per il pesantissimo zero che lo ha estromesso da una gara che avrebbe anche potuto vincere e lo ha fatto precipitare a 26 punti dal rivale Fabio Quartararo nel Mondiale.

Il weekend del Gran Premio di Catalogna è iniziato abbastanza bene per il pilota della Ducati, con il quinto tempo e con un passo gara non male, soprattutto con le gomme usate. Un aspetto fondamentale, visto che a Barcellona il grip è sempre piuttosto carente, quindi il risultato domenicale spesso dipende proprio dalla gestione degli pneumatici. Anche l'impatto emotivo poi è stato positivo.

"E' sempre bello andare in moto, quindi sono stato contento. Il feeling con la moto è buono, anche se arriviamo su una pista che ha un grip molto diverso rispetto al Mugello. Qui sembra quasi di essere al Ranch e dall'anno scorso è peggiorato ancora molto", ha detto Bagnaia.

"In certe situazioni è strano, perché vai più forte se non dai gas. Devi proprio gestire tanto e quindi è una cosa differente da ogni altro circuito, però mi sono trovato bene e sappiamo su cosa dobbiamo migliorare. Il passo è fondamentale e sappiamo di essere forti con le gomme usate. Domani dovremo migliorarci, ma sono abbastanza sicuro che riusciremo a farlo", ha aggiunto.

Domenica quindi ci si attende una gara di gestione, per arrivare alla fine con più gomma possibile: "Sì, ma senza perdere troppo tempo all'inizio. Come sempre, la Yamaha è velocissima a far lavorare le gomme e quindi i primi giri sono molto forti. Loro però sono anche quelli che a fine gara fanno un po' più fatica a livello di grip, quindi dobbiamo trovare un compromesso".

"Sicuramente la gara sarà di gestione, non molto divertente per chi la guarderà, ma molto interessante da fare, perché capisci che è con le gomme usate che puoi fare la differenza".

Leggi anche:

Oggi il più veloce è stato Johann Zarco, ma l'uomo da marcare a vista non può che essere il leader iridato Fabio Quartararo, perché il ducatista sa bene che è fondamentale cercare di ridurre il gap in classifica.

"Quartararo è il più costante quest'anno. Si è dimostrato sempre veloce e spesso non ha avuto avversari, come a Jerez o al Mugello. Purtroppo al Mugello eravamo messi molto bene a livello di passo e saremmo riusciti a stare con lui in gara, ma non posso trovare scuse perché la mia gara è finita subito".

"Questa è una pista molto Yamaha, ma possiamo fare bene anche qui e sarà molto importante marcarlo dai primi giri: lui è davvero forte, ma la nostra moto è competitiva, quindi possiamo essere veloci".

Per ora sono proprio le Ducati le uniche che sono state capaci di contrastare il francese, ma Pecco non teme che gli uomini in Rosso possano finire per rubarsi fra di loro facendo il gioco di Fabio. "La lotta è apertissima e non ci sono ordini di scuderia perché siamo tutti e tre in ballo. Nessuno toglie punti a nessuno secondo me".

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
1/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
2/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
3/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
4/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
5/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
6/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Morbidelli: “È il mio miglior venerdì della stagione”
Articolo precedente

Morbidelli: “È il mio miglior venerdì della stagione”

Articolo successivo

Márquez: “Anche se fossi in piena forma, farei fatica a vincere”

Márquez: “Anche se fossi in piena forma, farei fatica a vincere”
Carica i commenti