Bagnaia: “Abbiamo chiesto più uniformità sulle gomme”

Pecco Bagnaia arriva a Misano forte della vittoria della scorsa settimana ad Aragon e punta a dare il massimo sulla pista di casa. Chiave però sarà il ruolo delle gomme, a cui i piloti chiedono a gran voce uniformità.

Bagnaia: “Abbiamo chiesto più uniformità sulle gomme”

Misano, appuntamento di casa, di fronte al suo pubblico dopo una stratosferica vittoria: questo è il fine settimana che si prospetta a Pecco Bagnaia, grande protagonista del Gran Premio di Aragon, dove ha trovato la sua prima affermazione in MotoGP, e uno dei piloti più attesi al Gran Premio di San Marino. Il pilota Ducati si presenta al Misano World Circuit Marco Simoncelli da inseguitore in classifica, ancora a 53 punti dal leader Fabio Quartararo, ma con un nuovo slancio dato dalla vittoria magistrale.

Sorride ancora Pecco quando pensa al suo trionfo e, alla vigilia del GP di Misano, racconta le sensazioni che ha provato in questa settimana: “Sono felice, la settimana scorsa è stata incredibile, fin da subito ho avuto delle grandi sensazioni e tutto è stato chiaro da subito. La mia prima vittoria è stata inattesa perché non avevo mai lottato così tanto in MotoGP e vincere la mia prima gara così è stato molto bello. Mi sono goduto tantissimo il weekend, ma soprattutto la gara perché è stato bello avere questo tipo di battaglia”.

Ma è arrivato il momento di proiettarsi verso il fine settimana che lo attende, sicuramente molto impegnativo e non semplice: “Per questo weekend sono molto contento, davanti ai nostri tifosi tra gli spalti. Sarà molto bello correre così. Questa è una pista dove lo scorso anno sono stato molto forte. Ho commesso un errore nella seconda gara, ma nella prima ho ottenuto il mio primo podio e sono molto contento e motivato, perché gareggeremo qui dopo la vittoria della scorsa settimana. Non sarà facile, perché quest’anno il livello è molto alto, ma l’anno scorso avevo delle ottime sensazioni. Poi è difficile prevedere cosa si potrà fare durante il weekend, ma sono sicuro che potremo lottare”.

Tuttavia, Bagnaia non fa proiezioni della gara, così come non aveva messo in conto l’idea di lottare contro Marquez domenica scorsa: “Io cerco soltanto di fare tutto bene durante la gara. Quando lavori tanto sul tuo passo nel corso del weekend e delle sessioni arrivi ben preparato alla gara. Ma non puoi prevedere quello che faranno i tuoi rivali nel corso della gara. Quando Marc ha cominciato a superarmi ho solo cercato di non fargli fare alcuna curva davanti. Questa forse è stata la chiave, perché ho vinto”.

Il mondiale è lontano, 53 punti lo separano da Quartararo, leader indiscusso fino a questo momento. La scorsa settimana però, Jack Miller aveva rivelato di voler vedere una Ducati davanti a tutti e avrebbe aiutato Pecco qualora ci fosse stato bisogno. Bagnaia non è contrario, anzi: “Jack mi aiuterà? Non lo so, mi piacerebbe. Lo spero. Stiamo lavorando molto bene, la nostra moto è incredibile e il lavoro che stiamo facendo ai box insieme a Jack è fantastico. Siamo sempre più vicino al vertice e anche a me piacerebbe vedere una Rossa al top”.

Il risultato però non dipenderà solo da Ducati o dai propri rivali. Anche le gomme giocano un fattore chiave e spesso hanno condizionato le gare.
“Agli steward abbiamo chiesto una maggiore uniformità nelle gomme. È una cosa necessaria, perché i costruttori lavorano e investono tanto sulle loro moto, poi vediamo in alcune gare che si soffre e si perde posizioni dopo aver lavorato tanto e bene per tutto il weekend. E questo non è piacevole nemmeno per i costruttori”.

condividi
commenti
Rossi: "Sono orgoglioso di Morbidelli e Bagnaia"

Articolo precedente

Rossi: "Sono orgoglioso di Morbidelli e Bagnaia"

Articolo successivo

Marquez: “Da quando sono rientrato non mi diverto sulla moto”

Marquez: “Da quando sono rientrato non mi diverto sulla moto”
Carica i commenti