MotoGP
25 set
Prove Libere 1 in
04 Ore
:
25 Minuti
:
10 Secondi
09 ott
Prossimo evento tra
13 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
20 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
41 giorni
13 nov
Prossimo evento tra
48 giorni
G
GP del Portogallo
20 nov
Prossimo evento tra
55 giorni

Aprilia: zero punti, ma una conferma importante in Argentina

condividi
commenti
Aprilia: zero punti, ma una conferma importante in Argentina

L'incidente con Dovizioso ha impedito ad Aleix Espargaro di battagliare per il quarto posto, ma la RS-GP si è dimostrata ancora una volta molto efficace nella seconda parte di gara. Ora bisogna migliorare nei primi giri.

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini, after crash
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Bradley Smith, Red Bull KTM Factory Racing, Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini, Pol Esparg
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Pur senza chiudersi con il risultato sperato, la gara di Termas de Rio Hondo della MotoGP ha portato delle conferme importanti a livello del box Aprilia, mostrando proprio come in Qatar una RS-GP in grado di venire fuori alla distanza e di dare il meglio di sé nella seconda parte di gara.

Dopo un avvio non particolarmente esaltante, Aleix Espargaro stava infatti dando vita ad una bella rimonta, che avrebbe potuto portarlo a battagliare per la quarta posizione alla fine artigliata da un ottimo Alvaro Bautista con la Ducati GP16 del Team Aspar.

Proprio sul più bello però lo spagnolo ha commesso un errore alla curva 5, perdendo l'anteriore e scivolando, portando a terra anche la Ducati dell'incolpevole Andrea Dovizioso. Ovviamente non può non esserci un pizzico di delusione, anche se il bilancio rimane tutto sommato abbastanza positivo.

"Nei primi giri ero un pò più lento degli altri piloti, ma poi le cose hanno cominciato a funzionare. Proprio mentre stavo iniziando ad aumentare il mio ritmo e mi ero avvicinato al gruppo, ho visto Dovi fuori traiettoria e mi sono inserito. Purtroppo ho dovuto frenare forte e ho perso l'anteriore. Mi dispiace molto sia per la squadra che per Andrea, rimasto coinvolto suo malgrado nella mia scivolata. Peccato perchè nella seconda parte di gara potevamo fare bene, ora andiamo ad Austin per confermare i nostri progressi" ha detto il pilota di Granollers.

Sembra dello stesso parere anche il direttore tecnico Romano Albesiano, che appunto vedeva il quarto posto come un risultato abbordabile: "Questo weekend ha sostanzialmente confermato il livello della nostra moto, con Aleix eccellente in prova. In gara il copione stava ripetendo quello del Qatar, credo non sia esagerato considerare la quinta posizione un risultato alla nostra portata".

L'obiettivo ora quindi è rendere la RS-GP più competitiva anche nella prima metà della corsa, cercando di non perdere il buon ritmo che è in grado di esprimere alla distanza: "Purtroppo la caduta ha fermato la rimonta, dobbiamo lavorare per dare ad Aleix una moto più incisiva nei primi giri dove è importante potersi districare nella mischia. La nostra impostazione rimane orientata alla distanza di gara, purtroppo oggi non siamo riusciti a raccoglierne i frutti ma ci sono state comunque importanti conferme della nostra competitività".

Fotogallery: la sequenza della caduta di Marc Marquez in Argentina

Articolo precedente

Fotogallery: la sequenza della caduta di Marc Marquez in Argentina

Articolo successivo

Lorenzo butta a terra la Ducati: quella rabbia ora serve in sella

Lorenzo butta a terra la Ducati: quella rabbia ora serve in sella
Carica i commenti