Aprilia: un problema al selettore del cambio ha rallentato Espargaro

Nonostante questa difficoltà, che lo ha condizionato soprattutto nella prima parte di gara, lo spagnolo è riuscito a chiudere in nona posizione con la sua RS-GP, tornando a punti dopo due ritiri consecutivi.

Aprilia: un problema al selettore del cambio ha rallentato Espargaro
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Gli oltre 40 gradi sull'asfalto spagnolo hanno condizionato pesantemente le prestazioni nel GP di Spagna, lo dimostrano le numerose cadute nonostante un ritmo non irresistibile. In queste condizioni difficili Aleix Espargaro ha fatto valere la sua esperienza, portando la Aprilia RS-GP numero 41 alla nona posizione finale e conquistando punti importanti in ottica campionato.

Il pilota spagnolo ha affrontato la prima parte di gara con cautela, non forzando eccessivamente e puntando sulla costanza di rendimento. Una strategia che ha pagato: dodicesimo sulla griglia di partenza e quattordicesimo al primo giro, Aleix ha mantenuto i nervi saldi e, grazie anche a qualche caduta, ha conquistato una meritata top 10.

"Quella di oggi è stata una delle gare più difficili della mia carriera. Le condizioni erano davvero difficili, era molto facile cadere. Addirittura dopo pochi giri ho diminuito molto l'angolo di piega, gli sliders sulla tuta sono quasi nuovi ed è una cosa che non mi è mai successa. Ho provato a recuperare su Folger ma quando ho visto che il distacco non diminuiva ho preferito mantenere la posizione senza inutili rischi" ha detto Espargaro, lamentandosi dello scarso grip offerto dal tracciato di Jerez.

"Il risultato di oggi è importante, una top-10 dopo due weekend senza raccogliere punti e in condizioni così insidiose ci dà morale. Dobbiamo comunque continuare a lavorare, domani saremo ancora in pista con tante cose da provare per far crescere la RS-GP" ha aggiunto il pilota di Granollers.

Il responsabile tecnico Romano Albesiano ha anche rivelato un inconveniente che lo ha rallentato all'inizio della gara: "Peccato per la primissima parte di gara, condizionata da qualche noia al selettore delle marce che gli ha fatto perdere secondi preziosi, altrimenti Aleix sarebbe potuto rimanere col gruppo di piloti di fronte a sé. Ripartiamo da qui, consapevoli di poter sfruttare domani un test molto importante, nel quale andremo a sviluppare molteplici argomenti: siamo perciò fiduciosi in vista delle prossime gare". 

condividi
commenti
Valentino: "Qui la M1 2016 è sembrata davvero più forte della nostra"
Articolo precedente

Valentino: "Qui la M1 2016 è sembrata davvero più forte della nostra"

Articolo successivo

Petrucci: "Ieri avrei firmato per chiudere a tre decimi da Vinales"

Petrucci: "Ieri avrei firmato per chiudere a tre decimi da Vinales"
Carica i commenti