Aprilia: Espargaro dubbioso sul "desiderio" di Lorenzo

Aleix Espargaro si è detto dubbioso del desiderio di Jorge Lorenzo di diventare collaudatore dell'Aprilia in MotoGP, aggiungendo che non ritiene il suo livello sufficiente per sviluppare la RS-GP.

Aprilia: Espargaro dubbioso sul "desiderio" di Lorenzo

La scorsa settimana, il tre volte campione del mondo Lorenzo ha confermato ad AS che il ruolo di collaudatore di Aprilia è un'opzione per il 2021, mentre le informazioni raccolte da Motorsport.com collegano Andrea Dovizioso al ruolo di tester Yamaha e quindi suggeriscono l'imminente uscita del maiorchino.

Voci che sono state alimentate ulteriormente dal fatto che la Yamaha ha scelto di non utilizzare Lorenzo come sostituto di Valentino Rossi per il Gran Premio d'Europa di questo fine settimana, scegliendo invece il pilota di Superbike Garrett Gerloff.

Lorenzo ha guidato la Yamaha solo quattro volte da quando è tornato a far parte del marchio con il ruolo di collaudatore ufficiale, ma il suo programma è stato fortemente influenzato dalla pandemia del COVID-19.

Tuttavia, nell'ultimo test disputato a Portimao, è stato più lento di quattro secondi rispetto al miglior tempo di Aleix Espargaro e non ha fatto nessun altro giro successivamente.

Leggi anche:

Quando gli è stato domandato da Motorsport.com se Lorenzo fosse la persona giusta per accelerare lo sviluppo della RS-GP, Espargaro ha risposto: "Con Lorenzo, il livello e l'attitudine di Jorge sono fuori discussione. E' uno dei migliori piloti degli ultimi 30 anni. E' un pilota molto, molto, molto veloce".

"Ma non conosco il suo impegno, il suo desiderio, se fisicamente sia pronto. Non ne sono proprio sicuro".

"E' l'unico a saperlo, Aprilia si sta impegnando a fondo per trovare dei piloti veloci. Il mercato non è facile, ma la cosa positiva è che i vertici di Aprilia stanno lavorando molto duramente per cercare di aiutarmi a rendere la squadra più forte".

"Ma, come abbiamo visto a Portimao, il livello di Jorge non è stato dei migliori. Vediamo se vuole unirsi a noi e vediamo se può aiutarmi".

"Ma, ancora una volta, è un pilota molto veloce. Questo è sicuro. Ma non conosco la sua situazione attuale, quindi è difficile valutarla".

Espargaro ritiene che chiunque testerà l'Aprilia dovrà essere sempre impegnato a spingere al massimo, perché al momento il pacchetto non è vincente.

"L'Aprilia ha una buona moto, ho sempre detto che la RS-GP20 è cresciuta molto" ha detto.

"Mi sento bene con la moto, ma non è una moto vincente. Non è una Yamaha. Quindi l'impegno deve essere ancora più alto che se si guida una Yamaha. Bisogna davvero spingere al limite ogni singola curva di ogni singolo giro. Bisogna rischiare più degli altri".

"Sappiamo che dobbiamo farlo e sono contento di farlo in ogni singola sessione. Non sono sicuro però che Jorge sia nella situazione di farlo ora".

Anche il nome di Andrea Dovizioso era stato accostato all'Aprilia negli ultimi mesi, ma questa opzione sembra essere ormai tramontata, anche se Espargaro dice che avere il forlivese come compagno di squadra o collaudatore sarebbe "la miglior opzione di sempre" e che dovrebbe essere la "priorità".

condividi
commenti
MotoGP, Lecuona in isolamento: deve saltare il GP d'Europa
Articolo precedente

MotoGP, Lecuona in isolamento: deve saltare il GP d'Europa

Articolo successivo

Rins: "L'unica strategia che ho è dare del gas!"

Rins: "L'unica strategia che ho è dare del gas!"
Carica i commenti