Aoyama sostituisce l'infortunato Miller alla Marc VDS in Giappone

Proprio in extremis, la squadra diretta da Michael Bartholemy ha deciso di chiamare il collaudatore della HRC per la tappa di Motegi, nella quale sostituirà "Jackass", ancora convalescente dall'operazione alla tibia fratturata.

Aoyama sostituisce l'infortunato Miller alla Marc VDS in Giappone
Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Hiroshi Aoyama, Repsol Honda Team
Hiroshi Aoyama, Repsol Honda
Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Hiroshi Aoyama, Repsol Honda

Dopo essersi presa qualche giorno di riflessione, la Marc VDS ha deciso di sostituire Jack Miller per il GP del Giappone di MotoGP, che si disputerà la settimana prossima a Motegi.

Il pilota australiano si è fratturato la tibia mentre si allenava in sella ad una moto da Trial e per questo è stato anche operato all'inizio della settimana.

La speranza del team è quella di poterlo avere a disposizione in Australia, per la seconda tappa della tripletta asiatica, ma nel frattempo Michael Bartholemy e soci hanno deciso di affidare la sua RC213V al collaudatore della HRC, il giapponese Hiroshi Aoyama.

"Per prima cosa voglio augurare a Jack un rapido recupero, sperando che possa correre nella gara di casa, a Phillip Island" ha detto Aoyama, che ha alle spalle diverse stagioni di esperienza in MotoGP, oltre ad essere stato l'ultimo iridato della 250 nel 2009.

"Non è mai bello sostituire un pilota infortunato, ma voglio ringraziare il team per avermi concesso ancora una volta l'opportunità di correre davanti ai tifosi giapponesi. Tuttavia, in questa stagione non ho ancora corso, quindi ci vorrà un po' di tempo per prendere il ritmo, ma conosco già la squadra e spero che questo mi possa essere d'aiuto" ha aggiunto il giapponese.

condividi
commenti
Ezpeleta: "Lorenzo lotterà per il titolo l'anno prossimo"

Articolo precedente

Ezpeleta: "Lorenzo lotterà per il titolo l'anno prossimo"

Articolo successivo

Dovizioso: "Con Lorenzo la Ducati ha capito le mie verità sulla nostra moto"

Dovizioso: "Con Lorenzo la Ducati ha capito le mie verità sulla nostra moto"
Carica i commenti