Alonso e i Marquez donano materiale per la lotta al COVID-19

Fernando Alonso ed i fratelli Marc ed Alex Marquez hanno mostrato il loro lato più benevolo nel mezzo della crisi generata dalla pandemia del Coronavirus, che ora sta colpendo la Spagna con grande violenza.

Alonso e i Marquez donano materiale per la lotta al COVID-19

Il due volte campione del mondo di Formula 1 ed i campioni in carica di MotoGP e MOto2 si sono uniti alla lunga lista di sportivi che stanno contribuendo solidalmente a mitigare la crisi sanitaria che affligge gli ospedali spagnoli.

Alonso a fatto una donazione di 300.000 mascherine e 4.000 dispotivi di protezione attraverso l'Unicef.

"Vogliamo ringraziare il nostro caro ambasciatore Fernando Alonso per il suo contribuito ad aiutarci a continuare a combattere insieme a coloro che ci proteggono. Grazie per essere sempre con coloro che hanno più bisogno di noi! La tua solidarietà ed empatia ci colpiscono" recita un post dell'Unicef.

"Grazie a Unicef per il lavoro instancabile che fa e per il suo impegno in qualsiasi emergenza. Mi sono unito alla causa donando forniture mediche urgenti e necessarie. Qualsiasi aiuto è importante, quindi incoraggio tutti. Mandate un SMS con la parola "UNICEF" al 28028. #unicef #juntosvenceremos" ha risposto il pilota asturiano sui social network.

 

L'Ospedale Universitario Arnau de Vilanova de Lleida, nel frattempo, ha rilasciato un comunicato mercoledì, annunciando un bel gesto dei fratelli Marquez.

"Marc ed Alex Marquez hanno fatto una donazione all'Ospedale Universitario di Arnau di Vilanova de Lleida di attrezzature per il controllo dei pazienti semi-critici colpiti da COVID-19. La donazione consiste in dispositivi portatili di radiologia digitale ed analizzatori di gas. Questi permetteranno di effettuare il monitoraggio al posto letto dei pazienti con grave coinvolgimento polmonare" ha spiegato il centro sanitario nella sua nota.

Marc Marquez è stato anche uno degli atleti che hanno aderito all'iniziativa di Rafa Nadal e Pau Gasol per fare una donazione alla Croce Rossa per la lotta al Coronavirus.

 
condividi
commenti
Iannone: "Riconosciuta la mia innocenza, ma ho perso"
Articolo precedente

Iannone: "Riconosciuta la mia innocenza, ma ho perso"

Articolo successivo

Iannone si sfoga: "Non deve succedere a nessun altro"

Iannone si sfoga: "Non deve succedere a nessun altro"
Carica i commenti