MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
Prossimo evento tra
45 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
59 giorni
G
GP delle Americhe
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
73 giorni
G
GP d'Argentina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
87 giorni
G
GP di Spagna
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
101 giorni
G
GP di Francia
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
115 giorni
G
GP d'Italia
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
129 giorni
G
GP della Catalogna
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
136 giorni
G
GP di Germania
18 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
150 giorni
G
GP d'Olanda
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
157 giorni
G
GP di Finlandia
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
171 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
199 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
206 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
220 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
234 giorni
G
GP di Aragon
01 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
255 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
269 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
277 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
283 giorni
G
GP di Valencia
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
297 giorni

Alex Marquez: "Nessuno si ricorda che sono campione del mondo Moto2"

condividi
commenti
Alex Marquez: "Nessuno si ricorda che sono campione del mondo Moto2"
Di:
, Motorsport.com Switzerland
6 dic 2019, 20:04

Durante un'intervista rilasciata a Marca, Alex Marquez ha raccontato del suo primo approccio alla MotoGP e delle sensazioni provate.

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Alex Marquez, Repsol Honda Team
 Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez e Marc Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marc Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marc Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team, Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez avrà un compito davvero arduo nella prossima stagione. Il rider spagnolo, infatti, dovrà sostituire Jorge Lorenzo in Honda accanto al pluri-titolato fratello Marc. In tanti sono pronti a fare dei confronti tra i due, ma il giovane talento di Cervera ha già dimostrato di saper reggere bene la pressione e dall'alto dei suoi 2 titoli iridati conquistati sin qui non è certo un sprovveduto.

Durante un'intervista a Marca, Alex, ha provato a spiegare le sensazioni provate in questo suo primo approccio alla MotoGP: "Del titolo vinto in Moto2 nessuno se ne ricorda, mi chiedono tutti della nuova categoria dove corro. Certe volte lo ripeto a me stesso. Sembra passata un'eternità eppure solo un mese fa ero a Sepang a festeggiare il Mondiale. Mi sono ripetuto ogni anno che primo o poi avrei vinto il titolo, ma c'era sempre qualcosa che mancava".

Lo spagnolo ha poi svelato il segreto del suo recente successo: "David Garcia è stata la chiave. Ha dimostrato grande maturità. Il ricordo più bello che ho è la gara di Valencia quando ho vinto il mio primo Mondiale. Quello che ho passato quel giorno però non lo auguro a nessuno".

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez ha anche svelato che il suo idolo da piccolo era Dani Pedrosa, ma quando gli si chiede oggi chi è il suo punto di riferimento risponde: "Ora è Marc ed ho la fortuna di poter lavorare con lui, è il mio punto di riferimento come pilota, come tutto. Il mio sogno è diventare campione del mondo di MotoGP. So che sarà difficile, ma i sogni si realizzano passo dopo passo".

Sull'ingaggio da parte della Honda di Alex Marquez si è fatta però anche tanta polemica. In molti hanno ritenuto questa scelta della HRC veicolata o comunque spinta in maniera decisiva dal fratello Marc.

A tutto ciò però, il piccolo di casa Marquez, ha così risposto: "Penso che con il talento non si vada da nessuna parte, ci vuole sempre il lavoro. Certo, se non avessi avuto un qualche talento non credo che sarei campione del mondo. Nella mia carriera ho visto molti piloti che avevano più talento di me, ma non hanno saputo lavorare o comunque dare la priorità a determinate cose e io me li sono messi dietro con il lavoro".

 
Articolo successivo
Ducati: Zarco in Avintia convinto da Dall'Igna

Articolo precedente

Ducati: Zarco in Avintia convinto da Dall'Igna

Articolo successivo

Morbidelli coach di Hamilton per il test di Valencia sulla MotoGP

Morbidelli coach di Hamilton per il test di Valencia sulla MotoGP
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Alex Marquez
Team Repsol Honda Team
Autore Antonio Russo