21 aprile: inizia la leggenda di Marc Marquez ad Austin

Il 21 aprile 2013, Marc Márquez è entrato nei libri di storia della MotoGP, conquistando la sua prima vittoria al Gran Premio delle Americhe.

21 aprile: inizia la leggenda di Marc Marquez ad Austin

Anche se era già arrivato terzo al suo debutto nella classe regina in Qatar - battendo il record di precocità per il giro più veloce - Marc Márquez ha iniziato la sua leggenda al secondo Gran Premio della sua carriera, ad Austin.

Al sabato, con un giro in 2'03"021 ha conquistato la prima delle sue 62 pole position in MotoGP, con 0"254 di vantaggio sul compagno di squadra Dani Pedrosa. In questo modo si è aggiudicato anche il record per il più giovane poleman della classe regina, detenuto dal 1982 da Freddie Spencer, quando lo stabilì a Jarama.

Domenica, Márquez ha perso terreno in partenza, con Pedrosa che ha preso il comando. Il pilota di Castellar del Valles ha mantenuto la prima posizione per 12 giri, favorito dalla scelta di pneumatici più morbidi.

Ma il rookie spagnolo è riuscito a mantenere la calma e a nove giri dal termine si è liberato del compagno di squadra, gestendo poi il tratto finale della corsa per tagliare il traguardo con 1"534 secondi di vantaggio e con la prima delle sue 56 vittorie in MotoGP.

Leggi anche:

Il #93 divenne così il più giovane vincitore della classe regina a soli 20 anni e 63 giorni, abbassando di 133 giorni il primato che lo stesso Spencer conservava dal Gran Premio del Belgio del 1982.

Inoltre, Márquez è salito anche in testa al campionato a pari punti, 41, con Jorge Lorenzo, che aveva completato il podio in Texas, diventando anche il più giovane leader nella storia della categoria.

L'influenza del pilota di Cervera Lleida va oltre i numeri incredibili che ha raggiunto nei suoi sette anni di MotoGP. Márquez ha rivoluzionato anche il modo di guidare, con uno stile che sfida le leggi della fisica e che gli permette anche di evitare delle cadute che sembrano ormai inevitabili.

Questi sono stati i primi di molti record che ha battuto in una stagione culminata con il suo primo titolo della MotoGP, che lo ha reso anche il campione del mondo più giovane della storia della categoria.

condividi
commenti
Vinales: "Correre contro Rossi è emozionante. Marquez? Un nome come un altro"
Articolo precedente

Vinales: "Correre contro Rossi è emozionante. Marquez? Un nome come un altro"

Articolo successivo

MotoGP: ecco come il COVID-19 influenza il mercato piloti

MotoGP: ecco come il COVID-19 influenza il mercato piloti
Carica i commenti