Test MotoE Jerez, Giorno 3: sull'umido svetta Di Meglio, ma nessuno migliora i tempi di ieri

condividi
commenti
Test MotoE Jerez, Giorno 3: sull'umido svetta Di Meglio, ma nessuno migliora i tempi di ieri
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
25 nov 2018, 16:46

Il francese è il più veloce nella giornata conclusiva dei test collettivi della serie elettrica, ma non riesce a ritoccare la miglior prestazione assoluta di Bradley Smith, secondo anche oggi. Savadori, sesto, è il miglior italiano.

La terza ed ultima giornata dei test collettivi della MotoE sul tracciato di Jerez del Frontera ha dovuto fare i conti con la pista resa umida a tratti dalla pioggia e con un vento piuttosto fastidioso. Condizioni che hanno impedito a tutti quanti di migliorare i tempi ottenuti nella giornata di ieri.

A brillare alla fine sono stati gli ex piloti di MotoGP, con Mike Di Meglio che ha messo davanti a tutti l'Energica della Marc VDS con un crono di 1'52"160. Una prestazione che gli ha permesso di staccare di 112 millesimi Bradley Smith, in pista invece con i colori della One Energy Racing.

Molto vicino c'è anche Eric Granado, terzo a 279 millesimi per l'Avintia Esponsorama Racing, ma sotto al muro dell'1'53" c'è anche Randy Puniet, quarto in 1'52"855 per l'LCR E-Team. Completa la top 5 Josh Hook dell'Alma Pramac Racing, che apre anche la schiera di quelli distanziati di oltre un secondo dalla vetta. 

Leggi anche:

Il migliore tra i piloti italiani in questo caso è stato Lorenzo Savadori, sesto per il Team Trentino Gresini MotoE in 1'53"968. Più staccato invece il rientrante Sete Gibernau, nono ad oltre tre secondi per i colori del Pons Racing.

Tutti fuori dalla top 10 gli altri ragazzi di casa nostra, con Niccolò Canepa 11esimo ed il terzetto composto da Matteo Ferrari, Alex De Angelis e Mattia Casadei che occupano le posizioni comprese tra la 14esima e la 16esima, con alle loro spalle la sola ragazza in pista, la spagnola Maria Herrera.

La miglior prestazioni assoluta di questi primi tre giorni di test del campionato completamente elettrico rimane quindi quella ottenuta ieri da Smith: il collaudatore dell'Aprilia in MotoGP era infatti riuscito a scendere fino a 1'50"265. 

 
Articolo successivo
Test MotoE Jerez, Giorno 2: Bradley Smith al top, ma Niki Tuuli si conferma veloce

Articolo precedente

Test MotoE Jerez, Giorno 2: Bradley Smith al top, ma Niki Tuuli si conferma veloce

Articolo successivo

Buon esordio per il team Gresini nei test di MotoE a Jerez con Savadori e Ferrari

Buon esordio per il team Gresini nei test di MotoE a Jerez con Savadori e Ferrari
Carica i commenti