Nel Tricolore Motocross arriva il "Supercampione"

Nel Tricolore Motocross arriva il "Supercampione"

Da quest'anno ci sarà una manche nella quale si sfideranno i migliori piloti della MX1 e della MX2

Il più blasonato torneo nazionale, il Campionato Italiano Motocross MX1-MX2, ritorna come in origine su due giornate, sabato prove libere e crono mentre domenica fuoco alle polveri con le tradizionali manche e la novità di quest’anno: a fine giornata la manche Supercampione. Si partirà dal Monte Coralli di Faenza il prossimo weekend con epilogo a settembre in quel di Mantova. Tante news anche in tema di nuovi accasamenti e cambio moto per i protagonisti di questa stagione.

Dunque si ritorna al più tradizionale del weekend di gare tanto voluto da tutti gli addetti ai lavori. Programma quindi che si snellisce nelle due giornate previste di sabato e domenica. Come più volte ribadito la grande novità di quest’anno è la manche della Supercampione, gara che assegnerà a fine stagione, per il più meritevole, un ambito e ricco premio. Una speciale classifica istituita da FX Action, un mix combinato tra i campionati Supermarecross e Campionato Italiano Motocross MX1-MX2 che vedrà i piloti della MX1 e MX2 qualificati confrontarsi in 12 manche per sancire il “Supercampione Assoluto”, ovvero il pilota più forte sulle piste tradizionali e sulla sabbia. L'incentivo è molto forte ci sono dei premi fantastici che si vanno ad aggiungere al montepremi FMI, la posta in palio è interessante, chi si aggiudicherà la vittoria potrà mettere le mani sul volante di una splendida automobile. Lo scopo è di creare un interesse maggiore sui due campionati, un interesse ed un’attenzione che si svilupperà su tutto l'arco della stagione. Nella Supercampione è stato istituito anche il premio “Holeshot Evo Plus”. Altra novità di questa stagione: i piloti stranieri possono prendere punti per il Campionato Italiano quindi anche uno straniero può laurearsi Campione Italiano. Già diversi stranieri hanno dato la loro adesione proprio per questo primo evento stagionale.

Il Monte Coralli di Faenza è già in ordine per accogliere questa “prima” stagionale che vedrà un folto numero di partecipanti. Del resto il Campionato Italiano Motocross MX1-MX2 è divenuto un importante appuntamento non solo per i conduttori che vi prendono parte, ma anche per tutto il circus che vi gravita attorno. FX Action è pienamente soddisfatta dello sviluppo avvenuto nella sua gestione giunta all’ottava annata consecutiva. Il segnale arriva da tutto l’ambiente, ma soprattutto dalle aziende che hanno scelto di investire in questo torneo nazionale.

Per quanto riguarda le forze in campo che scenderanno per questo primo appuntamento, non mancano novità per quanto riguarda cambi di casacca e nuove moto scelte dai vari piloti. Partiamo proprio da loro e dalla MX1 con il Campione 2014, Cristian Beggi, che ritorna anch’egli al passato accasandosi tra le fila del neo team SM Action-Errezeta in sella alla Yamaha. Con la compagine emiliana Cristian vi ha corso per molte stagioni (fino al 1998) e questo è un ritorno in famiglia. Altra novità per il reggiano è un nuovo incarico in veste di tecnico federale per seguire i giovanissimi nel Campionato Italiano Minicross. Cambio di casacca, ma non di moto, per il vice campione Pierfilippo Bertuzzo che guiderà sempre una Yamaha del team Italian Factory.

MX2 all’insegna dell’incertezza perché molti primi attori della stagione scorsa si presenteranno a Faenza non in ottima condizione a causa di infortuni. E’ così per il Campione 2014 Michele Cervellin e per Stefano Pezzuto, entrambe (fatalità!!) operati solo un mese fa alla clavicola. Proprio in questi giorni sono risaliti sulle rispettive moto, per Cervellin sempre la Honda del Martin Technology, mentre Pezzuto sarà il compagno di scuderia di Bertuzzo nell’Italian Factory; ovviamente non saranno al 100%. Ritorno alle gare dopo quasi un anno di stop per il fratello di Michele, Andrea Cervellin. Presenza illustre, a Faenza, di Alessandro Lupino con la Honda del Team Assomotor. Poi non dimentichiamo tra i giovani la presenza di Joakin Furbetta, pilota in forze al De Carli Racing Junior Team supportato dalla FMI. Sempre nella quarto di litro cambio di moto e team anche per il vice Alessandro D’Angelo salito sulla KTM del team M.R.T. Così come per il giovane Davide Bonini ritornato tra le fila del SDM Racing, grandi novità anche per questo team che quest’anno debutta con le Husqvarna. In tema di scuderie, appunto, dopo quella di SDM ricordiamo l’appassionato di sempre, Giuliano Pardi ancora con un nutrito stuolo di piloti su cui spicca Giovanni Bertuccelli. Poi Scoccia Racing che ha riconfermato Samuel Zeni, anch’egli reduce da un infortunio patito a gennaio in allenamento, a cui verrà affiancato Alessio Della Mora. Anche per il marchigiano un infortunio che non gli permette di essere al meglio della condizione. Sempre operativo più che mai il Massignani Racing con più o meno gli stessi piloti della passata stagione con Marco Paganini, Giuseppe Tropepe e Davide De Bortoli.

A Faenza e per tutte le altre 5 prove in calendario ci sarà la diretta TV su Sportelevision, in streaming su www.sportelevision.it e in chiaro su digitale terrestre, infine si andrà anche su SPORTITALIA (gli orari sono in definizione).

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Motocross Italiano
Articolo di tipo Ultime notizie