A Cingoli assegnato il titolo della MX2 a Cervellin

A Cingoli assegnato il titolo della MX2 a Cervellin

Nella MX1 invece ad imporsi è stato Bricca, anche se il capoclassifica Beggi ha incrementato il suo margine

La ripresa del Campionato Italiano MX1-MX2 è passato per il circuito del Tittoni di Cingoli, nelle Marche, in una giornata assolutamente splendida sotto l’aspetto meteorologico, con tanto spettacolo e pubblico. Tribuna infatti tutta esaurita con molto pubblico anche a bordo pista ad assistere alle manche tutte avvincenti. Graditi ospiti anche una coppia di sposi che ha sospeso momentaneamente il pranzo nuziale per assistere ad una manche in programma. Tracciato quello di Cingoli davvero tirato a lucido per l’occasione e curato nei minimi particolari. Dicevamo delle manche in programma tutte avvincenti con i protagonisti che hanno fatto vedere un ottimo motocross.

E’ stata la giornata di Daniele Bricca (Honda-Pardi Racing), nella MX1, che con primo ed un secondo posto si è aggiudicato l’assoluta di giornata. Il laziale ha corso molto bene restando sempre nelle posizioni di vertice e la vittoria di gara 2 sono la conferma della sua prestazione odierna. In gara 1 vittoria di Samuele Bernardini (TM-TM Factory Racing) che si è complicato la vita con una caduta nella frazione di chiusura, salvando il secondo gradino del podio con un sesto posto. Il capoclassifica Cristian Beggi (Honda-Motobase) ha tutto sommato portato a casa un buon bottino di punti con i due terzi posti registrati oggi e grazie alle disavventure del suo inseguitore Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha-Caparvi Racing) mette ancora più divario proprio sul suo diretto inseguitore scavalcato proprio da Bernardini che ora è secondo in graduatoria provvisoria, a danno proprio dello stesso Bertuzzo che passa terzo.

Prima del commento della classe MX2 una segnalazione doverosa: ci scusiamo con il pilota Alessandro D’Angelo (Honda-River Car) per l’errata comunicazione che ha accompagnato il comunicato precedente dove si segnalava il distacco di oltre 500 punti sul leader di classifica Cervellin. Purtroppo per un errore di trascrizione della classifica generale D’Angelo, prima di questa gara, aveva un distacco di 350 punti. Ci sentiamo perciò di scusarci nuovamente con il diretto interessato, la famiglia ed il team. I giochi ovviamente erano ancora aperti per il pilota lombardo che però oggi ha visto sfumare definitivamente la possibilità di lottare perché Michele Cervellin (Honda-Martin Technology) ha vinto matematicamente il titolo con una prova d’anticipo. D’Angelo ci ha messo tutto se stesso per cercare di tenere ancora testa al rivale e ci è riuscito parzialmente. Ha cercato di vincere la seconda gara e anche un secondo posto gli sarebbe bastato per non assegnare il titolo al rivale, ma è giunto per 2 volte terzo. Non dimentichiamo che su di lui ha pesato uno “zero” incamerato nella prova di Ponte a Egola.

Dunque MX2 davvero interessante come sempre per un nutrito pacchetto di giovani che ha animato le manche in programma. Tra questi Davide Bonini (KTM-T.D.R.) che oggi ha corso alla grande con due secondi posti ampiamenti meritati, dopo aver fatto registrare il miglior tempo durante le prove cronometrate della mattina. Per lui anche la soddisfazione di agguantare la terza piazza in campionato. Onore dunque al vincitore Michele Cervellin che si aggiudica in anticipo il titolo di Campione Italiano Elite della MX2.

CRONACA DELLE GARE

MX1
Gara 1:
hole shot di Zeni seguito da Bricca e Bernardini. Il pilota dello Scoccia Racing comanda la gara per otto tornate prima di dover rallentare per un indurimento agli avambracci, questo dà via libera a Bricca e Bernardini. Il marchigiano rompe gli indugi a due tornate dal termine prende il comando della corsa. Intanto Beggi non partito benissimo raggiunge la testa e si inserisce tra Bernardini e Bricca ma poi commette un errore e ritorna terzo. Finisce con Bernardini vincitore seguito da Bricca e Beggi.

Gara 2: hole shot di Beggi seguito da Bernardini e Bertuzzo. Ma già nel corso del primo giro Bernardini cade dando via libera a Bertuzzo. Beggi prosegue la sua corsa al comando sino a metà gara quando viene attaccato da Bricca che lo sorpassa. Intanto assistiamo anche la caduta di Bertuzzo che vanifica tutto ripartendo poi dalle retrovie. Ascesa anche per Monni che sul finire di manche passa anche Beggi e chiude secondo. Vince Bricca davanti a Monni, terzo Beggi.

MX2
Gara 1:
grande partenza per il giovane Schito seguito da Recchia. Cervellin parte più indietro ma si libera subito degli avversari ed al giro numero 3 passa al comando per restarci sino alla fine del tempo a disposizione. Dietro si accende una vera bagarre per le posizioni di rincalzo con Recchia che resiste in seconda piazza per 5 tornate poi lentamente perde terreno, mentre restano a lottare Marrazzo, Bonini e Furlotti con D’Angelo che non partito al meglio (11° al primo rilievo cronometrico) macina metri avvicinandosi pericolosamente. Il pilota lombardo è davvero determinato e riesce ad agguantare la seconda piazza a 4 giri dal termine a danno di Bonini che però non ci sta riprendendosi la posizione persa durante l’ultima tornata. Sotto la bandiera a scacchi chiudono così Cervellin, Bonini e D’Angelo.

Gara 2: hole shot di Iacopi seguito da D’Angelo e Muratori. Pochi metri e D’Angelo passa al comando cercando di allungare, intanto Cervellin è ancora una volta partito male (nono al primo passaggio). D’Angelo comanda per metà corsa seguito da Marrazzo quando deve dare strada a Cervellin che nel frangente aveva superato tutti gli avversari davanti a lui. Cervellin si invola verso la vittoria mentre D’Angelo tenta di rintuzzare gli attacchi di uno scatenato Bonini che a due tornate lo supera nuovamente piazzandosi secondo.

MX1 – Gruppo B: doppia vittoria nelle manche disputate per Diego Bianchi.

MX2 – Gruppo B: una manche a testa per Torelli e Martin.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Motocross Italiano
Articolo di tipo Ultime notizie